Beer Bubbles: torna a Palermo il festival dedicato alla birra artigianale

I vini premiati a Sud Top Wine

Cerimonia conclusiva della terza edizione di Sud Top Wine che ripone il drappo con soddisfazione per il bel lavoro svolto nel panorama enoico del...

Tutti i Trend Food and Beverage del 2021

Drink senz'alcol, sostenibilità, soluzioni smart e costumization ecco tutti i trend del settore spirits e food del 2021.

Studio Tiendeo: Quali vini preferiscono gli italiani?

Secondo un studio condotto da Tiendeo.it, gli italiani preferiscono bere vino rosso e i consumatori predisposti a comprare online provengono dalla Lombardia.

Irriverenti, istruttivi e divertenti: i podcast sul vino spopolano anche in Italia

Si chiama IVV Wine Show il podcast sul vino di Tommaso Cattivelli e Lorenzo Gualandri: 45 puntate in cui sentirete parlare di vino in...

Studio “In a Bottle”: anche gli italiani sbagliano a tavola

In occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione, In a Bottle ha condotto uno studio su circa 1.400 italiani per verificare gli errori che si commettono in ambito alimentare.

Si terrà a Villa Filippina il Beer Bubbles: l’appuntamento per i beer lovers è dal 22 al 24 ottobre 2021.

Dopo un anno di stop, ritorna il Beer Bubbles in una nuova edizione pronta a sorprenderci. Il festival è dedicato agli amanti della filiera delle craft beer e permetterà di conoscere a fondo il mondo brassicolo a cui appartengono in tutte le sue sfumature.

Tre giorni dedicati ad incontri, masterclass ed approfondimenti. Saranno presenti più di 100 personaggi appartenenti alla filiera della birra artigianale, 10 mila litri di birra in 150 tipologie diverse e degustazioni studiate ad hoc in un’area di Palermo di 12 mila metri quadrati.

birra
birra artigianale

La rivoluzione della birra artigianale.

Alla manifestazione giungeranno anche i massimi esperti della filiera brassicola. Tra di loro sarà presente Lorenzo Dabove ovvero Kuaska che racconterà la “Craft Beer Revolution Italiana”. Saranno svelati tutti i segreti che si celano dietro la bevanda che negli ultimi tempi ha riscosso molto successo. Insieme a Kuaska, presenzieranno anche i giornalisti Simone Cantoni e Andrea Camaschella.

Insieme i due condurranno gli amatissimi workshop di Beer Bubbles. Un’intera area di Villa Filippina verrà dedicata a degustazioni ed abbinamenti, un gioco di affinità e contrasti per coloro a cui piace sperimentare.

craft beer
Birra degustazione

Le diverse tipologie di CraftBeer.

Durante il Beer Bubbles saranno molteplici le birre che si potranno degustare. Si spazierà dunque dalle birre di facile bevuta, come la Session Ipa che, per un amante della birra, può essere paragonate al tè per gli inglesi; alle birre che o si odiano o si amano, come le Sour o le Wild, passando dalle Italian Grape Ale, addirittura ponte tra l’universo della birra e quello del vino.

Un evento pensato per unire le persone e far conoscere tutto ciò che si cela dietro il mondo brassicolo artigianale. Un mondo non ancora del tutto scoperto ma che in questi ultimi anni ha rivoluzionato l’intera filiera.

L’evento si svolgerà in totale sicurezza alle normative vigenti. Venerdì 22 si apre alle 17, sabato e domenica alle 11, e si va sempre avanti fino a notte. Si entrerà solo con green pass e il contributo sarà di 2 euro per entrare a Villa Filippina, e di 3 euro per il bicchiere logato e la sacca porta bicchiere.

Related Posts

Ultimi Articoli

Incisioni scatole e cofanetti vino personalizzate: le idee per la tua cantina

Fusi&Fusi è al tuo fianco per aiutarti a realizzare incisioni su scatole vino personalizzate preziose e originali per i tuoi vini

Il Prosecco DOC verso la sostenibilità di filiera

Protocolli per la gestione delle operazioni colturali, messa a dimora di nuove siepi e analisi pedoclimatica del territorio: sono alcuni dei progetti in ottica sostenibilità del Consorzio Prosecco DOC, che traccia la strada del futuro per il vino italiano.

7 fasi in cui usare un generatore d’azoto in cantina

Spesso, le aziende vitivinicole hanno bisogno di usare un generatore di azoto in cantina per prevenire l’ossidazione del vino. Ecco quali sono le fasi che ne richiedono la presenza.