More

    Industria 4.0 e vino, come beneficiare del Credito d’Imposta

    Array

    La crescita di Tannico non si ferma: pronto a conquistare il mercato vini francese

    Una crescita esponenziale, quella di Tannico negli ultimi mesi, che va di pari passo con il boom dell'e-commerce del vino '

    Mete enoturismo toscane: Palagetto e i colli senesi del Chianti

    Per chi ama scoprire i luoghi dove nascono i grandi vini italiani, Palagetto, all'ombra delle torri di San Gimignano, è una meta ideale Pochi territori...

    Con Devin il tappo vino del futuro è ecologico

    Devin di Tapì è un tappo vino ottenuto con polimeri di natura vegetale e vinaccia residua dalla produzione, elementi che gli conferiscono la sua...

    Il controllo della temperatura nella fermentazione del vino: le soluzioni di Elmiti

    Elmiti ha portato la sua esperienza nel settore dei riscaldatori elettrici a disposizione del mondo del vino. Perché la fermentazione è un momento importante, che necessita di cure scrupolose

    È Roberto Marcolini il nuovo Presidente del Consorzio Doc Friuli Aquileia

    Novità nel Consorzio Doc Friuli Aquileia, con Roberto Marcolini eletto nuovo presidente.

    ERInformatica presenta il suo pacchetto “chiavi in mano” pensato appositamente per il mondo del vino, per virare verso un’industria 4.0 beneficiando del 50% in credito d’imposta

    Verso un’industria 4.0, anche in cantina. Il Piano Nazionale Transizione 4.0, presentato dal Ministero dello Sviluppo Economico, prevede un beneficio del 50% in credito d’imposta per gli investimenti in beni materiali 4.0. Ma non basta acquistare macchinari nuovi. Serve farli “comunicare” con le applicazioni aziendali o con il sistema di fabbrica. Ecco, allora, che entrano in gioco i servizi di ERInformatica, software house italiana con un’esperienza pluridecennale nel settore.

    Cosa si intende con beni materiali 4.0?

    • autoclavi con sensori per il controllo della temperatura, pressione e livello
    • qualsiasi macchinario di linea (ad esempio: imbottigliatrici, incartonatrici ed etichettatrici)
    • qualsiasi impianto di logistica di magazzino
    • qualsiasi impianto di etichettatura finalizzato alla logistica di magazzino
    • qualsiasi strumento contestualizzato nel processo produttivo che ha una qualche forma di automazione

    Come beneficiare del credito di imposta?

    “Il principio base su cui si fonda il piano di transizione 4.0 è l’interconnessione e/o l’interazione con il sistema di fabbrica – spiegano i tecnici di ERInformatica -. Quindi unire e far comunicare automaticamente uno o più macchinari con le applicazioni aziendali. Il pacchetto ‘chiavi in mano’ che abbiamo pensato va proprio in questa direzione. Permette di far diventare un singolo macchinario o un’intera linea produttiva 4.0. E quindi di poter accedere ai benefici del 50% in credito di imposta sul valore dell’investimento”.

    In che modo opera ERInformatica? L’azienda ha creato una suite di applicazioni che svolge le funzioni richieste dal paradigma Industria 4.0.  

    “Quest’anno e il prossimo, il 2021 ed il 2022, sono gli anni giusti per investire nell’ammodernamento degli impianti produttivi – concludono dall’azienda – perché ci sono degli incentivi concreti e tangibili. Misure che, una volta terminate, difficilmente si ripresenteranno nei prossimi anni”.

    Per maggiori informazioni chiamare il +39 339 46 14 973 o visitare il sito https://www.erinformatica.it/transizione-4-0

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    LabelDoo, stampa le tue etichette vino online personalizzate

    Su labeldoo.com puoi configurare le tue etichette vino, scegliendo tra un’ampia gamma di materiali. Richiedi il campionario gratuito!

    Quando anche l’occhio vuole la sua parte!

    Lo Scatolificio Ondulkart grazie all’ utilizzo di macchinari all’avanguardia e di personale qualificato si è specializzata nella realizzazione di stampe anche complesse e di alta definizione.

    Etichette vino personalizzate e sostenibili: la sfida di Tipografia Madonna della Querce

    L’azienda, specializzata nel settore della stampa etichette vino, è certificata FSC e utilizza carta che ne attesta la provenienza da una filiera responsabile