Vino e olio, insieme per un trasporto D.O.C.

Vino e olio, insieme per un trasporto D.O.C.

Durante la conferenza del 27 Giugno a Roma, la necessità di tutelare il trasporto di vino e olio è sembrata sempre più urgente. “La logistica deve essere incorporata nella filiera” sottolinea Dino Scanavino, presidente di Cia -Agricoltori Italiani

 

 

Si è tenuto giovedì 27 giugno, presso l’auditorium “Giuseppe Avolio” a Roma, l’incontro dal titolo “Quando il trasporto è D.O.C. – Come gestire con qualità la logistica di vino e olio”,un’iniziativa promossa dal mensile Uomini e Trasporti insieme a Cia – Agricoltori Italiani. Obiettivo del meeting quello di confrontarsi e trovare una soluzione che permetta di migliorare qualitativamente uno degli ultimi passaggi che divide il prodotto finito dal consumatore: il suo trasporto su medie e lunghe distanze.

La questione sembra più che mai urgente: ad oggi, vino e olio insieme pesano per oltre 8 miliardi sull’export nazionale. Come sottolineato da Uomini e Trasporti, l’Italia è il primo produttore al mondo di vino (55 milioni di ettolitri nel 2018 di cui 20 milioni venduti all’estero) e il secondo esportatore di olio dopo la Spagna, con oltre un milione di ettari e 175 mila tonnellate di produzione che valgono 1,3 miliardi di euro, per un fatturato totale dell’industria olearia da oltre 3 miliardi di euro. Di questi, circa la metà non è destinato al Belpaese, ma deve affrontare un viaggio per raggiungere luoghi diversi in tutto il mondo, fuori e dentro l’Europa.

Davanti a un numero così alto di prodotti che viaggiano ogni giorno su e giù per il mondo, preservarne la qualità anche durante il tragitto diventa una questione fondamentale, soprattutto se si tiene conto che sia olio che vino, sono molto sensibili allo stress da viaggio. Oscillazioni, sbalzi termici e illuminazione inadeguata sono, infatti, alcuni dei fattori che possono intaccarne le proprietà, rovinandoli irreversibilmente. Eppure, non esiste né in Italia né a livello internazionale una normativa che presenti delle linee guida sulle modalità di trasporto di olio e di vino.

È tenendo conto di tutto questo che, durante l’incontro, si è sottolineata l’importanza di una collaborazione tra produttori, operatori logistici, costruttori di veicoli e istituzioni per arrivare il prima possibile a una soluzione. “Le aziende costruttrici di veicoli industriali possono dare un importante contributo al miglioramento dell’intera filiera enogastronomica, in termini di sostenibilità ambientale e tracciabilità dei prodotti” ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e AD di Italscania, mentre Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani ha ricordato come la logistica vada incorporata nei progetti di filiera di vino e olio: “Solo così, si possono superare criticità legate a trasporto e stoccaggio. Gli agricoltori sono pronti a crescere in tal senso e per questo, si deve lavorare su due fronti. Per un verso, coinvolgendo i ministeri (Agricoltura, Trasporti e Salute) per una maggiore consapevolezza del problema, al fine di migliorare le condizioni ambientali del trasporto attraverso incentivi a promozione e tutela del Made in Italy. Per altro verso, serve formazione per gli operatori (autotrasportatori e magazzinieri) finalizzata a riorganizzare i flussi per la riduzione delle rotture di carico e i tempi di consegna, oltre che ad acquisire know how specifico a contatto con enologi e tecnologi alimentari».

Infine, durante l’incontro è stato annunciato l’avvio di un lavoro che vede coinvolti i maggiori attori della filiera del vino e dell’olio con l’obiettivo di arrivare alla redazione di linee guida per il trasportoClara Ricozzi, presidente dell’OITA (Osservatorio interdisciplinare trasporto alimenti) , spiega entusiasta come tale progetto sia una doppia garanzia, tanto per il consumatore quanto per la qualità del Made in Italy.

About The Author

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del vino e non solo


Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi informativa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente nella newsletter che ti invieremo

ABBONATI ORA

I Grandi Vini è un bimestrale dedicato alle notizie e novità dal settore vinicolo. Da  più di 10 anni  in prima fila tra le riviste italiane sul vino, I Grandi Vini non è solo una rivista di settore è un progetto editoriale che ha come obiettivo quello di raccontare l’eccellenza, enologica in primis ma anche gastronomica, con sguardo crititco e sempre attento all’attualità, al contesto economico e socio- politico.

Regalati o regala un anno di… Grandi Vini

 

SCOPRI COME

Video Recenti

Loading...

Cos’è WineNetwork?


Un’ampia e moderna rete di servizi  con un unico comune denominatore: il vino.

Da oggi puoi raggiungere il target giusto

Il nostro consulente WineNetwork ti aiuterà a comunicare!

 

SCOPRI COME

Agro Meteo

oggi 12 Nov 19

 

  

  • vento
  •  
  •  
N/A
5 giorni di previsioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
N/A
Settaggi

Unità di temperature

  • Fahrenheit
  • Celsius

Unità di misura vento

  • Miglia
  • Kilometri
  • Metri
X