Trend vino: nei prossimi 2 anni bio e biodinamico al top

Anteprima Merano WineFestival: al via con Naturae et Purae il 18-20 giugno

Tutto pronto per l’Anteprima Merano WineFestival: le richieste di accredito saranno fatte online Dopo lo stop dettato dalla pandemia e la versione digital del MWF...

Cresce la produzione bio nelle cantine cooperative, il 61% è Green

Cresce la produzione biologica nel mondo vitivinicolo cooperativo: da un'indagine realizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari su un campione rappresentativo delle proprie associate.

Come sta l’export del vino italiano dopo oltre un anno di pandemia?

La ripresa c'è e si vede, con i dati relativi all'export vino italiano che disegnano una curva verso l'alto. A dirlo, è l'analisi di Ismea e Unione italiana vini (Uiv), che hanno elaborato i dati Istat relativi alle esportazioni di vino nel primo trimestre del 2021

Agricoltura 5.0: Ismea mette in vendita 16mila ettari di terreno. Ecco i dettagli per fare richiesta

624 aziende agricole potenziali per un totale di 16mila ettari di terreno al fine di rendere operative le misure per realizzare un'agricoltura 5.0 Dopo il...

Montefalco Sagrantino 2017 annata da tre stelle: caratteristiche e valutazione

Ieri, mercoledì 9 giugno, è stato il momento della presentazione ufficiale del Montefalco Sagrantino 2017, la valutazione dell'annata e la messa in evidenza di alcune sue caratteristiche.

Secondo Wine Trade Monitor 2019, nei prossimi due anni si affermerà sempre di più il mercato dei vini bio e biodiniamici. Attenzione alle nuove realtà, come Australia e Cile. Italia leader nei vini amati dai giovani.

I protagonisti incontrastati del mercato internazionale nei prossimi due anni saranno loro, i vini bio e biodiniamici: questi i risultati dell’indagine “Wine Trade Monitor 2019“, condotta dall’agenzia specializzata nel food & drink Sopexa in collaborazione con Wine in Paris. L’analisi, condotta intervistando ben 984 operatori del settore, tra, distributori, importatori, grossisti e retailers, ha preso in considerazione i principali mercati mondiali per le importazioni di vino in volume: a Belgio, Cina, Hong Kong, Giappone, e Stati Uniti – già esaminati negli anni precedenti –  si sono aggiunti, quest’anno, anche Germania e Regno Unito per avere una panorama ancora più ampia e dettagliata.

Per il 42% degli intervistati i vini bio e biodiniamici saranno i prodotti di punta, soprattutto in mercati come UK e USA, superando addirittura i vini regionali (28%) – la Cina è l’unica a mettere in discussione tale trend. È interessante, inoltre, sottolineare alcuni dati legati alla Brexit: risultati del sondaggio, infatti, concordano che saranno soprattutto i Paesi produttori di vino al di fuori dell’Europa a beneficiare dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Il 53% degli intervistati nel Regno Unito, ad esempio, prevede una buona crescita per i vini cileni, il 45% per i vini australiani e il 40% per i vini argentini. Anche la Cina scommette sull’Australia; seguono Cile e Italia.

Da tenere in considerazione anche alcuni numeri che coinvolgono direttamente il nostro Paese: secondo la maggioranza dei partecipanti al sondaggio, Italia e Francia si contenderanno il primato in termini di vendite e potenziale di crescita. Il Belpaese, inoltre, può vantarsi di essere stato indicato – insieme all’Australia – come produttore di vini di grande interesse per le giovani generazioni.

 

Related Posts

Ultimi Articoli

Enoturismo: nel cuore di Montalcino la Cantina Talenti

Un viaggio alla scoperta dell’autentica atmosfera della campagna senese in compagnia di una selezione degli eccellenti vini Talenti La Cantina Talenti sorge nel cuore di...

B.E.V.I.: su Sky Arte il vino diventa arte

Sky Arte lancia B.E.V.I., una serie televisiva dedicata al mondo del vino Sui canali 120 e 400 di Sky (Sky Arte) va in onda B.E.V.I.: prodotta...

Le misure per il rilancio del settore vino: export, fiscalità e cultura del bere

È andato in scena negli scorsi giorni l'evento pubblico di Federvini in cui si è discusso, tra l'altro anche delle misure necessarie per il rilancio del settore vino e le sfide che lo attendono nei prossimi anni.