Vila Vipolže ha ospitato per il secondo anno la manifestazione dedicata al vino simbolo della Goriška Brda e del Collio goriziano

Sono state tre le giornate in cui si è svolta seconda edizione di Brda Home of Rebula, la manifestazione dedicata alla ribolla gialla slovena, vino simbolo di un territorio dalle capacità espressive e dai sentori interessanti.
Dal 28 al 30 agosto, Vila Vipolže ha ospitato per il secondo anno la masterclass sulla Rebula, nata da una collaborazione tra produttori sloveni e italiani, con l’obiettivo di far scoprire il territorio e valorizzare le caratteristiche uniche di questo vino.

Le uve della Rebula sono coltivate da secoli nella regione della Goriška Brda e del Collio goriziano, dove le condizioni climatiche hanno permesso a questo vitigno di trovare il suo ambiente ideale: si tratta principalmente di un clima è mediterraneo, ventilato dalle brezze del mare e dalla Bora che soffia da nord-est. I suoli sono costituiti dal famoso Flysch, ovvero stratificazioni sedimentarie di arenarie e marne d’origine eocenica, che hanno una predisposizione particolare per la viticoltura.
Si tratta di terre povere, formate dal disfacimento di rocce friabili ricche di sostanze minerali, che si sono rivelate perfette per coltivare la Rebula.

L’edizione 2018 della masterclass è stata condotta dal sommelier Luca Gardini che ha selezionato per la degustazione non solo alcune eccellenze molto diverse tra loro per lo stile, dalle classiche vinificazioni in bianco alle lunghe macerazioni sulle bucce, ma anche annate che vanno dal 2017 al 2010, facendo così scoprire una particolare prospettiva temporale che ha messo in luce tutti i sentori aromatici della Rebula e la loro evoluzione negli anni.

Durante la manifestazione Brda Home of Rebula 2018, alcuni produttori che hanno partecipato all’evento, hanno aperto le porte della propria azienda, un’occasione unica per visitare i luoghi di produzione della Rebula.