Vendemmia 2020, in Veneto un aumento della produzione dell’ 1%

Le temperature e le precipitazioni hanno creato un clima decisamente favorevole, il Veneto registra un leggero incremento dovuto anche ai nuovi vigneti impiantati

Nel Veneto Centro Orientale, le forti grandinate hanno determinato delle significative perdite di produzione. Il 23 agosto, nella zona del Veronese, la violenta grandinata ha provocato danni importanti ai vigneti, ma fortunatamente limitati in alcune zone.Nel complesso, grazie al buon andamento climatico durante il ciclo vegetativo, non si sono registrati problemi di tipo fitosanitario.


Si evidenzia una diminuzione di grappoli sulle varietà precoci (Pinot, Chardonnay),mentre rimangono nella media il numero dei grappoli della varietà Glera. I bianchi tardivi (Garganega, Cortese, Trebbiano) verranno raccolti nel corso della seconda settimana di settembre, a seguire le varietà dei rossi, di cui le varietà tardive si stima abbiano un incremento quantitativo rispetto allo scorso anno.


Il quadro acido e il tenore zuccherino risultano nella norma con la media delle scorse annate. La resa di uva/vino dovrebbe essere in linea con le vendemmie precedenti, si riscontra un leggero incremento dovuto anche ai nuovi vigneti impiantati. I presupposti qualitativi si possono definire buoni anche in funzione dell’attuale andamento vegetativo e meteorologico.

Related Posts

Ultimi Articoli