Rame, la Fivi chiede più tutele per le aziende biologiche

Rame, la Fivi chiede più tutele per le aziende biologiche

La Fivi teme che le aziende, costrette dai nuovi limiti di rame ad abbandonare il regime biologico, perdano anche i finanziamenti

Matilde Poggi, presidente Fivi, torna a scrivere al Ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio in merito ai nuovi limiti annuali sull’utilizzo del rame in agricoltura, passato da 6 a 4 kg. I Vignaioli Indipendenti chiedono che il Mipaaf sia puntuale nel sottolineare che il cambiamento di disciplina non può determinare conseguenze retroattive nei confronti di chi ha ricevuto contributi PSR per la conduzione biologica. “Se l’Europa cambia le regole per il biologico senz’altro si muove nell’ambito delle proprie competenze – afferma Matilde Poggi – ma tutti gli agricoltori che hanno aderito alla misura per il biologico all’interno dei PSR ricevono un contributo per la loro scelta ed ora, in corso d’opera, si vedono cambiare le regole”.

La riduzione di quantità del rame utilizzabile produrrà effetti rilevanti, in particolar modo sulla viticoltura biologica, visto che al momento non esistono valide ed economiche alternative nella difesa attiva contro le malattie fungine come la peronospora. Alcuni viticoltori potrebbero, nel giro di poco tempo, arrivare a dover abbandonare il regime di agricoltura biologica e a vedersi al contempo applicare le richieste di restituzione di contributi PSR eventualmente percepiti, non avendo rispettato l’impegno minimo di anni di adesione a questo regime. L’opinione della Fivi è che l’abbandono del regime biologico non sia da ritenersi volontario e imputabile ai viticoltori.

Fivi chiede che il Ministero sia vigile affinché si evitino disarmonie interpretative fra Regioni ed enti pagatori diversi, escludendo a priori la possibilità che il vignaiolo debba sostenere oneri e costi per opporsi all’eventuale richiesta di restituzione dei contributi. Chiede inoltre che il Mipaaf si faccia promotore dell’individuazione di un regime transitorio che consenta un passaggio il meno traumatico possibile dai vecchi ai nuovi limiti di utilizzo del rame in agricoltura.

About The Author

Tommaso Nutarelli

Filosofo di formazione, si ritrova improvvisamente con penna e calice in mano, e decide di tenerseli ben stretti. Scopre che il vino è prima di tutto una filosofia, e che dentro ogni bicchiere è racchiusa la saggezza della terra. Amante dei rossi, intraprende la strada del sommelier per passione e diletto. In vino veritas

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del vino e non solo


Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi informativa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente nella newsletter che ti invieremo

ABBONATI ORA

I Grandi Vini è un bimestrale dedicato alle notizie e novità dal settore vinicolo. Da  più di 10 anni  in prima fila tra le riviste italiane sul vino, I Grandi Vini non è solo una rivista di settore è un progetto editoriale che ha come obiettivo quello di raccontare l’eccellenza, enologica in primis ma anche gastronomica, con sguardo crititco e sempre attento all’attualità, al contesto economico e socio- politico.

Regalati o regala un anno di… Grandi Vini

 

SCOPRI COME

Video Recenti

Loading...

Cos’è WineNetwork?


Un’ampia e moderna rete di servizi  con un unico comune denominatore: il vino.

Da oggi puoi raggiungere il target giusto

Il nostro consulente WineNetwork ti aiuterà a comunicare!

 

SCOPRI COME

Agro Meteo

oggi 19 Mar 19

 

  

  • vento
  •  
  •  
N/A
5 giorni di previsioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
N/A
Settaggi

Unità di temperature

  • Fahrenheit
  • Celsius

Unità di misura vento

  • Miglia
  • Kilometri
  • Metri
X