Premio Alambicco d’Oro: sabato 4 settembre a Vicenza

Sostenibilità al centro dell’attenzione nel mondo del vino: nasce Sustainable Wine Roundtable

Si chiama Sustainable Wine Roundtable (SWR) ed è una coalizione unica composta da oltre 40 membri tra grandi e piccoli produttori, distributori, rivenditori, organizzazioni ambientaliste e...

Vinòforum 2021

Roma, il successo di Vinòforum 2021 ed il week end di chiusura in grande stile Fine settimana conclusivo della rassegna Vinòforum 2021 che ha risportato...

Come nascono le bollicine? Differenze tra metodo classico e metodo charmat

Se vi è mai capitato di visitare una cantina che produce Prosecco e un'altra, che, ad esempio, si trova in Franciacorta, vi sarete sicuramente...

Cosmofood: torna a novembre l’ottava edizione

Italian Exhibition Group ha annunciato che dal 6 al 10 novembre si terrà il Cosmofood. La fiera di riferimento per il Food&Beverage del Triveneto avrà luogo a Vicenza.

E Bike Tour nel Montecucco: due giorni tra aziende agricole, boschi e vigneti

Influencer e giornalisti sono accorsi per l'e bike tour nel Montecucco La scorsa settimana il Consorzio del Montecucco ha organizzato una due giorni di tour...

Appuntamento all’Hotel Viest con la partecipazione di 60 assaggiatori ANAG per il Premio Alambicco d’Oro: la selezione ‘spiritosa’ per premiare grappe, acquaviti e Brandy italiano.

Il mondo della distillazione sarà protagonista a Vicenza con la selezione di grappe, acquaviti e Brandy italiano. Tutte queste sono le categorie in gara per la 38esima edizione del Premio Alambicco d’Oro, il concorso nazionale promosso da ANAG, Associazione nazionale assaggiatori grappa e acquaviti.

Il Premio Alambicco d’Oro conta sul patrocinio di Camera di Commercio di Asti, AssoDistil, Associazione Donne della Grappa e Istituto Nazionale Grappa.

L’appuntamento per il concorso è in programma per sabato 4 settembre all’Hotel Viest e coinvolgerà 60 assaggiatori ANAG in arrivo da tutta Italia. Il tutto in si svolgerà ovviamente in forma riservata e nel rispetto delle norme anti Covid-19.

Gli assaggiatori avranno il compito di assegnare le medaglie Best Gold, Gold e Silver e il premio speciale riservato alla distilleria che otterrà il miglior punteggio complessivo. E’ sicuramente un risultato importante a cui si arriverà sommando le medaglie assegnate a prodotti propri e a quelli per conto terzi. Il concorso prevede inoltre anche l’assegnazione di un altro premio speciale, “Il vestito della grappa”. Si tratta di un premio che andrà alla bottiglia giudicata più bella per etichetta e forma da una giuria composta da giornalisti, architetti, designer e operatori esterni al mondo della distillazione.

Premio alambicco d’oro ANAG – foto @Giulia Marruccelli

Le categorie in gara per il premio Alambicco d’Oro.

Gli assaggiatori ANAG presenti alla selezione “spiritosa” hanno ovviamente superato nelle rispettive delegazioni regionali degli appositi test selettivi ritenuti fondamentali per garantire l’uniformità di giudizio nella valutazione di prodotti in arrivo da tutta Italia ed espressione di ogni singolo territorio.

Il concorso vedrà nove categorie in gara. E’ certo che si tratta di prodotti presentati da distillerie e aziende vitivinicole con le cosiddette “grappe di fattoria”. Queste sono particolari grappe ottenute con le loro vinacce da distillerie esterne: grappe giovani e giovani aromatiche; grappe invecchiate e invecchiate aromatiche; grappe aromatizzate; acquaviti d’uva giovani e giovani aromatiche; acquaviti d’uva invecchiate e invecchiate aromatiche. Tutti i distillati saranno valutati ovviamente in forma anonima e utilizzando la scheda predisposta da ANAG.

Premio alambicco d’oro – ANAG – foto @Giulia Marruccelli

ANAG:

è un’associazione senza scopo di lucro fondata nel 1978 presso la Camera di Commercio di Asti, attiva e presente in tutta Italia con delegazioni regionali e provinciali. E’ certo che attraverso corsi di formazione, serate di degustazione e presenza a manifestazioni enogastronomiche, ANAG promuove e valorizza una “cultura del buon bere”. Inoltre l’associazione valorizza un prodotto interamente italiano che porta con sé un bagaglio di tradizioni e professionalità.

La Grappa è stata riconosciuta in ambito CEE nel 1989 come “acquavite di vinaccia prodotta in Italia esclusivamente da vinacce nazionali” e dal 2008 è tutelata dalla “Indicazione Geografica”.

Related Posts

Ultimi Articoli

Punta sulla qualità del servizio del vino a bicchiere con Winebar 8.0

Per chi lavora in enoteca o nel settore Horeca, mantenere alta la qualità del servizio del vino a bicchiere è fondamentale: Eurocave presenta Winebar 8.0.

47 Anno Domini: il Prosecco Rosè Doc perfetto per il buon pesce affumicato

Lo spumante rosato della cantina trevigiana si distingue per profumi, abbinamenti e packaging Sono bollicine sorprendenti quelle del Prosecco Rosé Doc Spumante Bio Vegan di...

La sfida di Ondulkart passa per la sostenibilità!

Ondulkart sa che quando si tratta di wine packaging non è più soltanto una questione di design. Ma per stare al passo con i tempi è necessario adottare una filosofia “eco-sostenibile”.