L’Italia trionfa al Spirit Selection di Bruxelles con grappe e gin

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Azoto, produzione di vino e packaging alimentare: ecco cosa li lega

L’azoto interviene in più settori della filiera alimentare e nella produzione di vino. Un gas che oggi può essere autoprodotto dalla stessa cantina o azienda in modo facile e sicuro.

Data uscita nuova annata Chianti: il Consorzio chiede di anticipare a gennaio 2022

il Consorzio di Tutela Vino Chianti ha chiesto alla Regione Toscana di anticipare di due mesi la data di uscita della nuova annata.

Rincaro materie prime: anche nel mondo del vino si rivedono i listini

Il rincaro delle materie prime colpisce anche i produttori di vino: il mondo del vino chiede attenzione del governo in legge di bilancio Le aziende...

Master of Wine Symposium: in Germania nel 2023

Il decimo Master of Wine Symposium internazionale si svolgerà in Germania nel 2023, dopo la cancellazione dell'evento ad Adelaide, in Australia, che era stato programmato per il prossimo anno.

A Spirit Selection il Bel Paese conquista 52 medaglie su 145 campioni presentati. Tra le prime posizioni Francia, Cina e Brasile.

L’Italia sul podio al Concorso mondiale di Bruxelles denominato Spirit Selection con grappe, gin, vermouth, liquori e amari. Il nostro paese si è aggiudicato 52 medaglie su un totale di 145 campioni presentati, raggiungendo così una percentuale di riconoscimenti del 35%, contro la media generale delle medaglie assegnate che è del 30-32%.

I degustatori professionisti presenti al concorso, provengono da tutto il mondo e testano ogni anno migliaia di campioni in competizione. L’obiettivo è quello di selezionare spiriti di eccellente qualità, senza pregiudizi legati all’etichetta o al prestigio della denominazione. Il Concorso fa parte dei più grandi eventi internazionali del settore.

Rum

Apprezzate soprattutto la complessità aromatica e la morbidezza delle grappe italiane.

Un prodotto, la grappa, che vive una fase di riscoperta, anche se molto più apprezzato all’estero che in Italia, come sottolineano gli esperti. Sono state 16 quelle premiate per caratteristiche ricondotte all’aromaticità e alla morbidezza.

“Le grappe hanno fatto un bel bottino, e ormai sono anni che sono molto valorizzate dai palati di tutto il mondo – riflette Carlo Dugo, ambasciatore della Spirits Selection per l’Italia – Eppure nel nostro Paese fanno fatica, nelle vendite e nelle degustazioni, questo è il messaggio che arriva parlando con chi le produce. Invece all’estero questi preziosi distillati collezionano riconoscimenti dalle giurie internazionali. Una dicotomia che fa riflettere sull’importanza di puntare sempre di più sulla qualità”.

grappa
Grappa

Buoni risultati anche per i Gin, seguiti da Rum, Cachaças brasiliane e distillati messicani come Mezcal e Tequila.

Al livello internazionale, tra i vari spiriti in gara  i migliori risultati li hanno raggiunti i Gin, grazie anche all’aumento del consumo e della produzione domestica. Negli ultimi anni è cresciuto molto l’interesse a livello internazionale, legato alla indiscussa qualità e all’ampia gamma di botaniche. Seguono interessanti risultati anche per Rum, Cachacas, Mezcal e Tequila. Da non dimenticare anche i prodotti simbolo degli spiriti cinesi, il baijiu, distillato principalmente dal sorgo, ma realizzati anche con riso, orzo, frumento e miglio. 

“In generale esprimiamo grande soddisfazione per questa edizione per l’aumento delle referenze iscritte a livello mondiale e per i grandi risultati ottenuti da alcune categorie di spiriti – prosegue Heins – I rum di puro succo di canna, come la cachaça brasiliana, sono stati particolarmente apprezzati dalla giuria che ha premiato il 41% dei prodotti in concorso. Risultati che rispecchiano le nuove tendenze dei consumatori”

I Liquori Italiani
Liquori

E i Paesi più premiati nel mondo dei distillati? 

Francia, Cina e Brasile sono le nazioni che hanno riportato il maggior numero di medaglie in questa edizione di Spirits Selection – sottolinea Thierry Hiens, direttore del Concorso degli spiriti che quest’anno s’è svolto dal 21 al 24 ottobre a Bruxelles –  Tuttavia l’Italia ha ottenuto ottimi risultati che hanno premiato il 35% dei prodotti registrati al concorso, a partire dal prestigioso trofeo “Rivelazione” assegnato ad una selezione delle Gran Medaglie d’Oro. Le iscrizioni dei prodotti italiani al concorso aumentano di anno in anno e il trend di crescita vede protagonisti gin e grappe”. E aumenta anche il numero dei giudici tricolori che quest’anno ha raggiunto quota quindici su un totale di 90. 

Related Posts

Ultimi Articoli

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Ondulkart: trova la giusta misura per il tuo packaging natalizio

Lo Scatolificio Ondulkart realizza soluzioni sicure, personalizzabili ed eco-friendly, fondamentali per un packaging di qualità ed innovativo.

A Merano Wine Festival il Sannio celebra vino e cibo

Durante il Merano Wine Festival - la celebre rassegna altoatesina, andata in scena dal 5 al 9 novembre - il Sannio Consorzio Tutela Vini ha portato non solo le sue eccellenze vitivinicole, ma anche i piatti tipici del territorio.