La Cina ha importato più liquori che vino nel 2021

Cantine Bike Friendly, le cantine della provincia di Siena quest’estate accolgono i ciclisti

Pedalare tra i vigneti della Toscana e essere accolti in una delle tante cantine sparse in provincia di Siena. È Cantine Bike Friendly.

Previsioni vendemmia 2021 in Sicilia: “finora annata ideale”

La presentazione dei dati sull'annata 2020 del vino siciliano è stato anche l'occasione di riflettere sulle previsioni per la vendemmia 2021 in Sicilia. Manca poco,...

Arriva Whisky Week, il festival sul lago di Como

Appuntamento il 28 e il 29 agosto a Villa Parravicini Revel sul Lago di Como per la prima edizione del Whisky Week.

Degustazione dell’olio: consigli utili per non sbagliare

Amaro, piccante, rancido, avvinato: la degustazione dell’olio si basa su olfatto e gusto La degustazione dell’olio, così come quella del vino, è un’arte complessa e...

Flessibilità OCM Vino: conto alla rovescia per l’approvazione del decreto Mipaaf

Richiesto dagli addetti ai lavori, il decreto sulla Flessibilità Ocm Vino prevede le varianti dei programmi per far fronte ai cambiamenti generati dalla pandemia...

I dati ufficiali del CFNA mostrano che il volume degli alcolici importati è aumentato significativamente da gennaio a maggio 2021, superando quello del vino importato. 

Secondo un rapporto pubblicato dalla Camera di commercio cinese per l’importazione e l’esportazione di prodotti alimentari, prodotti nativi e animali (CFNA), il volume degli alcolici importati è cresciuto significativamente da gennaio a maggio 2021. Con un importo di 780 milioni di dollari, rappresenta un aumento di 117% su base annua e supera il vino diventando la più grande categoria di bevande alcoliche importate. 

Nello stesso periodo, il volume degli alcolici ha continuato a crescere rapidamente con un volume di importazione di 51,75 milioni di litri, in crescita del 45% su base annua. 

Bicchiere di Brandy

Quali sono i liquori più importati?

Il Brandy è la più grande categoria di liquori importati. Secondo i dati diffusi, le importazioni di brandy hanno raggiunto un valore di 500 milioni di dollari e un volume di oltre 17 milioni di litri, con un aumento rispettivamente del 149% e del 74% su base annua. La sola categoria del brandy rappresentava oltre il 60% dell’intera importazione di alcolici.

Grazie al contributo del Brandy, la Francia è la prima fonte di alcolici importati, rappresentando il 64% delle prime dieci fonti di importazione. Insieme al Regno Unito, entrambi i paesi si sono uniti per fornire l’80% degli alcolici importati in Cina. 

Al secondo posto troviamo le importazioni di Whisky. Tra gennaio e maggio di quest’anno sono state di 150 milioni di dollari e 10 milioni di litri.  

Liquori

La categoria dei vini importati è in generale ripresa. Il volume delle sue importazioni da gennaio a maggio di quest’anno è stato di 170 milioni di litri, con una diminuzione dell’1% su base annua. 

Il valore delle importazioni è stato di quasi 700 milioni di dollari, con un aumento dello 0,2% su base annua. I vini australiani, che un tempo erano un importante paese importatore di vino in Cina, sono colpiti dalla politica tariffaria del governo e hanno ridotto drasticamente il volume, causando la riduzione della categoria del vino e il superamento degli alcolici importati. 

I dati mostrano che il consumo di vino del paese è aumentato con la crescita della percentuale di vino importato in bottiglia. Nel 2017, esso ha rappresentato il 91% delle importazioni totali di vino. Da gennaio a maggio di quest’anno, la percentuale è aumentata al 94%. 

I vini italiani stanno crescendo rapidamente nel mercato cinese. Gli ultimi dati mostrano che il vino in bottiglia del Paese supera i vini spagnoli con una quota di mercato del 10%. Quattro anni fa, le importazioni di vino imbottigliato in Spagna superavano leggermente l’Italia. 

Mentre i vini imbottigliati di Germania, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Argentina e altri paesi continuano a crescere, è chiaro che l’Australia, l’ex leader di mercato in Cina, ha perso il suo vantaggio nel mercato, con il suo valore di importazione al quinto posto come rispetto ad altri paesi di importazione. Durante il periodo, il volume delle importazioni e il valore delle bottiglie australiane sono aumentati rispettivamente dell‘87% e dell‘81% su base annua. 

Related Posts

Ultimi Articoli

Al Canevon apre nel centro storico di Valdobbiadene il primo Wine Shop

Tra le novità dell’estate c’è l’apertura del nuovo punto vendita dell’azienda agricola Al Canevon dove sarà possibile degustare i loro vini accompagnati dalle specialità del territorio.

47Anno Domini: nuovo sito all’insegna del design e della fruibilità

La cantina trevigiana rinnova anche lo shop on line, per una rinnovata esperienza digitale 47 Anno Domini, la cantina trevigiana fra i leader nella produzione...

Con Ondulkart puoi valorizzare i tuoi eventi!

Ondulkart si mette a disposizione del cliente per supportarlo nella realizzazione di ambientazioni in cartone ondulato e non solo, con elementi di arredo, espositori, cartelloni, immagini e decorazioni, rispettando la riciclabilità e la sostenibilità dei materiali.