Consumi bio in Italia, lo sceglie 1 su 5. E la superficie coltivata cresce

I consumi bio in Italia non si fermano e anche la superficie agricola coltivata con metodi “green” cresce, fino a raggiungere un record storico. È quanto emerge dall’analisi di Coldiretti su dati Ismea presentata qualche giorno fa a Roma.

In occasione dell’incontro presso la sede della maggior associazione agricola italiana per la presentazione del Piano di Azione del biologico del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, l’attenzione si è focalizzata sull’agricoltura biologica in Italia e sui consumi. I dati dimostrano che la strada verso la sostenibilità è apprezzata. Ora serve sostenerla il più possibile.

consumi bio italia

Quant’è la superficie agricola coltivata a biologico in Italia?

L’analisi parte proprio da questo dato numerico interessante. Oggi, per il nostro Paese, si è raggiunto un record: gli ettari di superficie coltivata a biologico in Italia superano cifra 2,1 milioni. Un’incidenza rispetto al totale che doppia la media Europea e che proietta la nostra Penisola tra i Paesi dove si pratica più agricoltura biologica.

“In Italia – spiega Coldiretti in una nota – l’incidenza dei terreni a bio rispetto al totale è di ben il 17,4%. Quasi il doppio della media europea (circa 9%) e molto vicino agli obiettivi previsti dalla strategia UE per il cibo ‘Farm to Fork’. Questa – aggiungono – prevede di portare le superfici bio europeeal 25% entro il 2030”.

Quante sono le aziende agricole bio in Itaia? Anche su questo Coldiretti ha una risposta. “A livello nazionale ci sono oltre 86mila imprese agroalimentare bio – evidenzia Coldiretti.

consumi bio italia

Agricoltura biologica in Italia, ancora qualche numero

Già a inizio luglio, Federbio aveva fatto trapelare dei numeri rilevanti sulla superficie dell’agricoltura biologica in Italia nel 2021, rilasciando delle anticipazioni sul report bio in cifre 2022.

Oggi l’analisi di Coldiretti ci permette di fare un ulteriore passo avanti sulla conoscenza sull’argomento, specificando anche quali sono le regioni italiane con più coltivazioni biologichee quali le più virtuose in questo senso.

“Sono già addirittura 4 le regioni italiane, Toscana, Lazio, Calabria e Basilicata, che hanno raggiunto e superato gli obiettivi europei con ben 8 anni di anticipo sulle tempistiche previste da Bruxelles – aggiunge la nota di Coldiretti.

Facciamo un accenno anche alla produzione di vino bio in Italia. Il Rapporto sullo sviluppo del vino bio in Italia mostra come il 51% dei consumatori nei 12 mesi precedenti lo abbia consumato almeno una volta. Dai consumi alla produzione i numer non cambiano. Cresce la superficie vitata e le aziende che decidono di accettare la sfida.  La regione dove si produce più vino biologico? Attualmente è la Sicilia.

 

Consumi bio in Italia: cosa fanno gli italiani

“Un successo, quello dell’agricoltura biologica in Italia, trainato dalla fiducia dei consumatori” afferma Coldiretti. I numer, infatti, non mentono. I consumi bio in Italia sono cresciuti negli ultimi anni e sempre più persone dichiarano di considerare, in fase di acquisto, la provenienza e i metodi di produzione di ciò che metteranno nel carrello.

“1 italiano su 5 che – secondo Coldiretti/Ixè – consuma regolarmente prodotti bio ed è disposto a pagare anche di più per acquistare un prodotto certificato bio. Mentre il 13% dei consumatori è certo che, nel prossimo futuro, aumenterà la spesa per portare in tavola prodotti biologici. La spinta verso il biologico è sostenuta soprattutto da motivi salutistici, ma molto importanti nella scelta di acquisto, il territorio di origine e le garanzie della certificazione”.

“Per Coldiretti – continua la nota – è chiara la necessità di costruire filiere biologiche interamente italiane.E di riuscire a comunicare, anche nelle etichette del prodotto biologico, l’origine made in Italy della materia prima agricola. Come peraltro previsto nella Legge 23 sull’agricoltura biologica, approvata quest’anno in Parlamento e della quale si è in attesa della piena applicazione”.

 

Analisi sui consumi bio in Italia, parola ai presidenti

“I primati del Made in Italy a tavola realizzati grazie a 730mila imprese agricole sono un riconoscimento del ruolo del settore agricolo per la crescita sostenibile del Paese” afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini. Il quale sottolinea anche che “l’agricoltura italianaèl’agricoltura più green d’Europa con il taglio record in un decennio del 20% sull’uso dei pesticidi che invece aumentano in Francia, Germania e Austria”.

“Dobbiamo ridare centralità all’agricoltura anche nella filiera del biologico – ha dichiarato Maria Letizia Gardoni presidente di Coldiretti BIO, l’associazione che riunisce le imprese biologiche e biodinamiche di Coldiretti –. Perché il biologico rappresenta uno straordinario strumento per lo sviluppo delle nostre campagne. E, insieme a tutte le iniziative messe in campo da Coldiretti, consente di avvicinare sempre di più i consumatori al mondo agricolo”.

 

Related Posts

Ultimi Articoli