Sostegno ai birrifici: ecco le date per fare domanda

I birrifici potranno richiedere un contributo a sostegno dell’attività a partire dal 20 gennaio

Finalmente è ufficiale: arriva il sostegno ai birrifici i quali, dal 20 gennaio al 18 febbraio 2022, potranno richiedere un contributo a fondo perduto messo a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico.

Il comparto è stato duramente colpito dalla pandemia e dalle lunghe chiusure del canale Ho.re.ca..

Nonostante tutto quello della birra artigianale è un fenomeno che negli ultimi anni ha conquistato sempre più il favore dei consumatori italiani.

“Il consolidamento delle imprese e dei loro processi produttivi- aveva affermato in un’intervista a I Grandi Vini Vittorio Ferraris, Presidente di Unionbirrai– e la ricerca costante nello sviluppo di nuovi prodotti hanno permesso il raggiungimento di standard qualitativi elevatissimi. Oggi si è consolidato un comparto economico giovane e innovativo costituito da circa mille imprese distribuite su tutto il territorio nazionale con circa 500 mila ettolitri di birra immessi ogni anno sul mercato”.

Sostegno ai birrifici: cosa prevede

Si tratta di 10 milioni di euro, previsto dal decreto sostegni bis, che vanno esclusivamente ad aiutare il comparto brassicolo italiano, particolarmente colpito durante l’emergenza Covid. L’agevolazione è riconosciuta ai birrifici di cui all’articolo 2, comma 4-bis, della legge 16 agosto 1962, n. 1354, in relazione al volume di birra complessivamente preso in carico nel registro della birra condizionata ovvero nel registro annuale di magazzino nell’anno 2020, in base alla dichiarazione riepilogativa di cui all’articolo 8, comma 2, del decreto 4 giugno 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 giugno 2019, n. 138. Il contributo a fondo perduto è pari a 0,23 centesimi per ciascun litro di birra artigianale prodotta nell’anno 2020.

Lo rende noto il Mise sul proprio sito.

“L’abilità di tanti imprenditori italiani che hanno deciso di puntare sulla produzione di birra artigianale dimostra come dal coraggio e dalla capacità di investire in nuovi settori nascono anche nuove opportunità per lo sviluppo del Paese- ha dichiarato il ministro Giorgetti- I birrifici italiani fanno parte di un settore giovane che è riuscito a valorizzare un’arte antica legata al territorio e alla qualità dei prodotti. Per questo motivo merita di essere sostenuto sia attraverso i contributi a fondo perduto sia con le nuove misure che saranno introdotte nella manovra”.


Sostegno ai birrifici: quali sono i requisiti?


Il Ministero precisa che un birrificio per richiedere il contributo deve soddisfare alcuni requisiti fondamentali:

  • utilizzare impianti fisicamente distinti da quelli di qualsiasi altro birrificio;
  • essere economicamente e legalmente indipendente da un altro birrificio;
  • non operare sotto licenza di utilizzo dei diritti di proprietà immateriale di altri.

A breve verranno divulgate le modalità per fare domanda.

Related Posts

Ultimi Articoli