World Wine Town italiana a Castagneto Carducci, un progetto voluto da Franco Malenotti, Gaddo della Gherardesca e Dante Ferretti.

Non tarda ad arrivare la risposta italiana alla Cité du Vin di Bordeaux: nasce la World Wine Town a Castagneto Carducci, la terra dei Bolgheri Doc. Il grande progetto è stato ideato e portato in auge dall’imprenditore-designer Franco Malenotti, insieme a Gaddo Della Gherardesca e allo scenografo Dante Ferretti. La Wine Town è situata nell’antica fattoria restaurata, denominata Casone Ugolino, una volta appartenuta alla famiglia Della Gherardesca.
La struttura si confronterà in futuro con analoghi investimenti fatti in Cina, in Francia e negli Stati Uniti e sarà pronta a costruire un unico network con altre città del vino italiane, come House of Chianti Classico di Radda in Chanti, Wimu di Barolo e la Venice Wine Town, i cui lavori sono da poco iniziati per andare incontro alla crescente domanda turistica.
Il principale luogo di attenzione sarà il Museo Sensoriale e Multimediale del Vino, definito appunto il “Museum”, che si presenta come un’esperienza sensoriale da vivere a 360 gradi e che compie una panoramica della storia del vino divisa in due parti: da una lato, infatti, vi è un cammino emozionale condotto dal professor Attilio Scienza, che ricopre il lasso di tempo che va dagli Etruschi fino ai giorni nostri, passando dai Romani, per attraversare il Medioevo e l’Ottocento; dall’altro la realtà contemporanea viene raccontata in chiave moderna per mezzo di un sistema olografico in anteprima tecnologica, con le parole dei protagonisti odierni della storia e del mondo del vino appartenenti alle grandi famiglie, come i Della Gherardesca, gli Antinori, Niccolò Incisa della Rocchetta e di tutti quegli imprenditori che hanno saputo credere nel vino italiano e lo hanno portato nel mondo.

Related Posts

Ultimi Articoli