Wine Media Conference: per la prima volta in Europa sceglie l’Italia

Dal 27 settembre al 3 ottobre a Desenzano del Garda si svolgerà – per la prima volta in Europa – la Wine Media Conference, rassegna mondiale dedicata alla comunicazione del vino

Fondata nel 2008, la Wine Media Conference è un evento mondiale dedicato al settore del vino che riunisce ogni anno wine blogger, giornalisti di settore, wine media tradizionali, influencer dei social media e operatori di settore, in particolare statunitensi, offrendo una occasione unica di incontro. I professionisti esperti di vino partecipano per migliorare e arricchire le proprie competenze e per conoscere e raccontare all’esterno i territori del vino più importanti del mondo.

La Lombardia conta 24.000 ettari di superficie vitata e una produzione annuale di 1.370.000 ettolitri (dato 2021). Il 90% del vino prodotto in Lombardia è a ‘denominazione di qualità’, grazie a 5 Docg, 21 Doc e 15 Igt.

E’ un onore ospitare per la prima volta in Europa, proprio nella nostra Lombardia, un evento mondiale come la Wine Media Conference – ha commentato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana. La comunicazione, al giorno d’oggi, è un settore di grande rilevanza. L’attrattività a 360° di Regione Lombardia e la reputazione dei prodotti ‘Made in Italy’ vanno ulteriormente valorizzati e grazie anche a manifestazioni di questo tipo, si può consolidare e rafforzare l’immagine del nostro territorio e delle sue innumerevoli eccellenze a livello internazionale”.

La Lombardia ospita la tappa europea della Wine Media Conference

La Wine Media Conference viene organizzata ogni anno in una location diversa: nel 2021 si è svolta a Eugene, in Oregon.

Nel 2022, dal 27 settembre al 3 ottobre, per la prima volta arriverà in Europa. Gli organizzatori hanno scelto la Lombardia e più precisamente la sponda lombarda del Lago di Garda.

L’iniziativa si propone di valorizzare e far scoprire la Regione Lombardia come terra di vini straordinari e meta turistica di alto livello presso un target nazionale e internazionale. “I vini lombardi e i territori che rappresentano saranno al centro del mondo. Una occasione – ha chiosato Fabio Rolfi, assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi – che sapremo sfruttare nel migliore dei modi. La Lombardia è terra di grandi prodotti. Dobbiamo imparare a comunicare meglio ciò che facciamo anche attraverso i racconti di testimonial ed esperti del settore che sappiano informare e influenzare i consumatori”.

wine media conference

Il vino – prosegue Rolfi – è la carta di identità di un territorio e dobbiamo valorizzare le nostre etichette anche in chiave turistica in maniera strutturale. Ringrazio la presidente Giovanna Prandini per la proficua collaborazione. Questa manifestazione, ospitata per la prima volta in Europa, è il fiore all’occhiello dell’azione di Regione Lombardia in questi anni finalizzata alla promozione e valorizzazione dei nostri vini, considerando il vino non un semplice prodotto, ma il veicolo di racconto di un territorio”.

“Sono contenta di questo risultato per la nostra associazione, Ascovilo, perché premia il desiderio di fare insieme una azione di promozione dei vini di Lombardia. Una promozione molto più efficace di quanto possa fare un consorzio da solo. In questo caso – ha rimarcato Giovanna Prandini, presidente di Ascovilo – avremo l’opportunità di rivolgerci al mercato americano, avendo davanti a noi oltre 50 giornalisti di primissimo livello negli Stati Uniti e quindi un potenziale di comunicazione del valore delle nostre denominazioni davvero importante. Una grande opportunità da non perdere. Lavoreremo da qui a settembre per arricchire il programma e per rendere memorabile l’appuntamento italiano ed europeo”.

Occasione preziosa per promuovere il vino italiano nel mondo

“Ho visto nascere questa conferenza dedicata ai professionisti della comunicazione del vino – ha sottolineato Laura Donadoni, divulgatrice della cultura del vino italiano in USA – partecipando negli States ad ogni edizione come giornalista e ambasciatrice dei territori italiani. Quando Allan Wright lo scorso anno mi disse di voler portare la WMC per la prima volta in Europa mi sono ripromessa che avrei fatto di tutto perché fosse il mio Paese d’origine a ospitarla. Era un’occasione troppo preziosa, il coronamento del lavoro di anni nel promuovere con orgoglio il vino italiano negli Stati Uniti”.

“Ho trovato in Giovanna Prandini a capo di Ascovilo – ha concluso – la stessa determinazione e amore per la nostra terra: una scintilla che ci ha permesso di far diventare realtà quella promessa. L’abbiamo proposto a Regione Lombardia per la portata nazionale della manifestazione e abbiamo trovato subito entusiasmo e voglia di portare a casa il risultato. Ora non dobbiamo sprecare l’occasione, innanzitutto per i nostri produttori che hanno storie straordinarie per far innamorare la stampa di settore della Lombardia e dell’Italia”.

Visite guidate

Nei giorni precedenti e successivi alla conferenza si svolgeranno 6 escursioni che coinvolgeranno 7 Consorzi di Tutela del Vino di Lombardia:

  • 27/09/2022 VALCALEPIO E MOSCATO DI SCANZO
  • 28/09/2022 LUGANA
  • 28/09/2022 VALTENESI
  • 02/10/2022 VINI MANTOVANI
  • 02-03/10/2022 VALTELLINA
  • 02-03/10/2022 OLTREPÒ PAVESE

 

Related Posts

Ultimi Articoli