Vigneto italiano: nuove sfide e nuove risposte contro i parassiti

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Azoto, produzione di vino e packaging alimentare: ecco cosa li lega

L’azoto interviene in più settori della filiera alimentare e nella produzione di vino. Un gas che oggi può essere autoprodotto dalla stessa cantina o azienda in modo facile e sicuro.

Data uscita nuova annata Chianti: il Consorzio chiede di anticipare a gennaio 2022

il Consorzio di Tutela Vino Chianti ha chiesto alla Regione Toscana di anticipare di due mesi la data di uscita della nuova annata.

Rincaro materie prime: anche nel mondo del vino si rivedono i listini

Il rincaro delle materie prime colpisce anche i produttori di vino: il mondo del vino chiede attenzione del governo in legge di bilancio Le aziende...

Master of Wine Symposium: in Germania nel 2023

Il decimo Master of Wine Symposium internazionale si svolgerà in Germania nel 2023, dopo la cancellazione dell'evento ad Adelaide, in Australia, che era stato programmato per il prossimo anno.

Parola alla Fondazione Edmund Mach sul Planococcus Ficus, sulle cicaline della vite vettori della flavescenza dorata e della Xylella fastidiosa.

Nuove sfide per il vigneto italiano non solo in termini di meteo – su cui si è riflettuto quest’anno a Merano con enologi, agronomi ed agronomi (leggi qui) – ma soprattutto di parassiti. Se ne è parlato recentemente alla Fondazione Edmund Mach con approfondimenti su Planococcus Ficus e cicaline della vite, monitoraggio in vigna ma anche report climatico e fitosanitario dell’anno agli sgoccioli e vendemmia eccezionale.

23c2e2df-0da6-4f33-b213-df5e2d3310feContro la cocciniglia dannosa del Planococcus Ficus che sta interessando diverse zone del Trentino – da Trento alla valle dei Laghi, dalla Vallagarina all’Alto Garda – e che si espanderà verso sud nei prossimi tempi, la Fondazione Mach sta valutando di usare, accanto ai trattamenti chimici, approcci  alternativi di lotta quali confusione sessuale e controllo biologico operato col lancio di parassitosi e predatori. In merito, Andrea Lucchi dell’Università di Pisa ha parlato delle prime esperienze di controllo biologico, con particolare riferimento all’utilizzo di Anagyrus pseudococci e Cryptolaemus montrouzieri, basandosi anche su alcune indagini effettuate nell’ultimo biennio in Toscana.

Rimane constante anche la sorveglianza per la cicalina della vite, Scaphoideus titanus Ball, vettore della flavescenza dorata, sulle cui trappole è stata osservata la presenza di altre specie di cicaline – attualmente sottoposte ad analisi – possibili vettrici di Flavescenza dorata o di Xylella fastidiosa, micidiale batterio dell’olivo nelle Puglie e della malattia di Pierce in America.

Ad aiutare i vignaioli contro le nuove emergenze è anche la tecnologia, con sistemi quali lo Smart monitoring che in vigneto raccoglie dati agronomici, fitosanitari e meteorologici potendo così fornire indicazioni più tempestive agli agricoltori tramite l’uso di smartphone e tablet.

Related Posts

Ultimi Articoli

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Ondulkart: trova la giusta misura per il tuo packaging natalizio

Lo Scatolificio Ondulkart realizza soluzioni sicure, personalizzabili ed eco-friendly, fondamentali per un packaging di qualità ed innovativo.

A Merano Wine Festival il Sannio celebra vino e cibo

Durante il Merano Wine Festival - la celebre rassegna altoatesina, andata in scena dal 5 al 9 novembre - il Sannio Consorzio Tutela Vini ha portato non solo le sue eccellenze vitivinicole, ma anche i piatti tipici del territorio.