Vigneti istriani piegati dalla flavescenza dorata

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Azoto, produzione di vino e packaging alimentare: ecco cosa li lega

L’azoto interviene in più settori della filiera alimentare e nella produzione di vino. Un gas che oggi può essere autoprodotto dalla stessa cantina o azienda in modo facile e sicuro.

Data uscita nuova annata Chianti: il Consorzio chiede di anticipare a gennaio 2022

il Consorzio di Tutela Vino Chianti ha chiesto alla Regione Toscana di anticipare di due mesi la data di uscita della nuova annata.

Rincaro materie prime: anche nel mondo del vino si rivedono i listini

Il rincaro delle materie prime colpisce anche i produttori di vino: il mondo del vino chiede attenzione del governo in legge di bilancio Le aziende...

Master of Wine Symposium: in Germania nel 2023

Il decimo Master of Wine Symposium internazionale si svolgerà in Germania nel 2023, dopo la cancellazione dell'evento ad Adelaide, in Australia, che era stato programmato per il prossimo anno.

Già estirpate e distrutte con il fuoco 50 mila viti. Un danno di quasi 2 milioni di euro.

la bellezza dell'Istria e dei suoi vigneti
La bellezza dell’Istria e dei suoi vigneti

E’ allarme nei vigneti istriani.
La piaga delle ultime settimane si chiama flavescenza dorata e ha già costretto gli agricoltori dell’Istria nord occidentale ad estirpare e distruggere con il fuoco 50 mila viti, estese sulla superficie coltivabile di 33,2 ettari.
Volendo stimare il corrispettivo in vino, parliamo già di una perdita di 2.220 ettolitri e un danno di 1,75 milioni di euro.
La flavescenza dorata è una fitoplasmosi che appartiene al gruppo dei giallumi della vite; contro questa malattia non è stato ancora individuato un trattamento chimico idoneo. Si chiama “dorata” a causa della colorazione particolare, giallo dorato appunto, che assumono le foglie, i tralci e i grappoli di vitigni a bacca bianca una volta colpiti.

foglia di vite colpita dalla flavescenza dorata
foglia di vite colpita dalla flavescenza dorata

Il ministero dell’Agricoltura croato ha reso noto che la malattia sta colpendo soprattutto i vigneti del parentino e del buiese, per la precisione le località di Abrega, Castellier, Visinada, Cittanova, Verteneglio, Villanova, Buie, San Lorenzo, e Petrovia. La raccomandazione ora è di applicare le misure di prevenzione nell’area compresa tra Salvore, Castelvenere e Momiano a nord dell’Istria, quindi tra Piemonte, Montona e Caroiba a est nonchè Mondellebotte e Villanova di Parenzo a sud.
Prevenzione significa estirpazione, misura brutale quanto necessaria, che a qualcuno forse farà tornare in mente gli ulivi del Salento affetti dalla xylella fastidiosa.
In Istria, ad oggi, se ad essere colpito è meno del 20% del vigneto, si estraggono e si bruciano le viti infette, ma se la percentuale è maggiore, la misura inevitabile è distruggere tutto il vigneto per scongiurare la diffusione del contagio.
Per salvaguardare le vigne ancora incontaminate, invece, sono previsti dei trattamenti preventivi contro il vettore del contagio: la cicalina americana.

La cicalina americana, responsabile della Flavescenza dorata
la cicalina americana, responsabile della flavescenza dorata

Related Posts

Ultimi Articoli

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Ondulkart: trova la giusta misura per il tuo packaging natalizio

Lo Scatolificio Ondulkart realizza soluzioni sicure, personalizzabili ed eco-friendly, fondamentali per un packaging di qualità ed innovativo.

A Merano Wine Festival il Sannio celebra vino e cibo

Durante il Merano Wine Festival - la celebre rassegna altoatesina, andata in scena dal 5 al 9 novembre - il Sannio Consorzio Tutela Vini ha portato non solo le sue eccellenze vitivinicole, ma anche i piatti tipici del territorio.