Vendemmia 2021 al via anche in Liguria: “qualità ottima”. I dati.

Sostenibilità al centro dell’attenzione nel mondo del vino: nasce Sustainable Wine Roundtable

Si chiama Sustainable Wine Roundtable (SWR) ed è una coalizione unica composta da oltre 40 membri tra grandi e piccoli produttori, distributori, rivenditori, organizzazioni ambientaliste e...

Vinòforum 2021

Roma, il successo di Vinòforum 2021 ed il week end di chiusura in grande stile Fine settimana conclusivo della rassegna Vinòforum 2021 che ha risportato...

Come nascono le bollicine? Differenze tra metodo classico e metodo charmat

Se vi è mai capitato di visitare una cantina che produce Prosecco e un'altra, che, ad esempio, si trova in Franciacorta, vi sarete sicuramente...

Cosmofood: torna a novembre l’ottava edizione

Italian Exhibition Group ha annunciato che dal 6 al 10 novembre si terrà il Cosmofood. La fiera di riferimento per il Food&Beverage del Triveneto avrà luogo a Vicenza.

E Bike Tour nel Montecucco: due giorni tra aziende agricole, boschi e vigneti

Influencer e giornalisti sono accorsi per l'e bike tour nel Montecucco La scorsa settimana il Consorzio del Montecucco ha organizzato una due giorni di tour...

Anche la Liguria si aggiunge alla lista di regioni che hanno dato il via alla vendemmia 2021. Le prime a partire, come sempre, sono state le uve da spumante. “La raccolta andrà avanti fino a metà settembre, inizio ottobre. La qualità è ottima” recita una nota di Coldiretti Liguria.

Dati previsionali vendemmia 2021 in Liguria

Dopo l’avvio della vendemmia 2021 in Piemonte e in Veneto, anche la Liguria è pronta per la raccolta delle uve per la nuova annata. Nella regione, la vite è coltivata soprattutto nelle provincie di Imperia e La Spezia, dove nascono alcuni tra i vini Doc e Igt liguri. Qui, le aziende vinicole sono già al lavoro per portare in cantina i primi grappoli. Un momento importante, che corona gli sforzi di una lunga stagione.

“Partita la vendemmia in Liguria delle uve da spumante – riporta una nota di Coldiretti Liguria -. A seguire le restanti tipologie, con solo qualche giorno di ritardo per il meteo. In particolare la siccità si è fatta sentire sulle viti più giovani. La conclusione sarà tra metà e fine settembre e le prospettive sono di un’ottima qualità”.

vendemmia 2021 liguria

Dove viene prodotto il vino in Liguria?

In Liguria troviamo diversi ettari di vigne coltivati in forte pendenza, tanto da meritarsi l’appellativo di viticoltura eroica. Condizioni quasi estreme che prevedono grande attenzione e impegno da parte dei viticoltori.

“La coltivazione della vite nella nostra regione viene condotta grazie ai tipici terrazzamenti su circa 2.000 ettari di terreno – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa -. In questi, si producono vini che vantano il fregio di ben 8 DOC e 4 IGT”.

I vini Doc Liguri:

  • Cinque Terre DOC
  • Rossese di Dolceacqua DOC
  • Riviera Ligure di Ponente DOC
  • Golfo del Tigullio – Portofino DOC
  • Val Polcevera DOC
  • Colline di Levanto DOC
  • Colline di Luni DOC
  • Ormeasco di Pornassio DOC

I vini Igt liguri:

  • Colline del Genovesato
  • Liguria di Levante
  • Colline Savonesi
  • Terrazze dell’imperiese

Recentemente, è stato anche istituto il Consorzio di tutela per la Liguria del vino. Una realtà capace di valorizzare le produzioni di vini liguri DOP come Colli di Luni, Cinque Terre, Colline di Levanto e l’IGP Liguria di Levante.

L’importanza del settore vitivinicolo per la Liguria

Quello vitivinicolo è un settore sempre più importante per la Liguria, come sottolineano ancora Boeri e Rivarossa.

“Con la vendemmia 2021 in Liguria, si attiva un motore economico importante per la nostra regione. Motore che non dipende solo dalla vendita del vino ma anche dalle opportunità di lavoro che questo settore genera lungo tutto la filiera. Con un notevole numero di persone impegnate sia direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, sia per quelle impiegate in attività connesse e di servizio”.

“L’elemento che caratterizza maggiormente la nuova stagione del vino italiano – concludono Boeri e Rivarossa – è l’attenzione verso la sostenibilità ambientale, le politiche di marketing ed il rapporto sempre più direttore con i consumatori. Sul lato consumi, ci sono buone prospettive di ripresa con le riaperture delle attività ristorative e dell’export. Così gli eccellenti vini della Liguria potranno continuare ad essere apprezzati sul mercato nazionale ed estero,  sia dalla ristorazione sia dai singoli consumatori”.

Related Posts

Ultimi Articoli

Punta sulla qualità del servizio del vino a bicchiere con Winebar 8.0

Per chi lavora in enoteca o nel settore Horeca, mantenere alta la qualità del servizio del vino a bicchiere è fondamentale: Eurocave presenta Winebar 8.0.

47 Anno Domini: il Prosecco Rosè Doc perfetto per il buon pesce affumicato

Lo spumante rosato della cantina trevigiana si distingue per profumi, abbinamenti e packaging Sono bollicine sorprendenti quelle del Prosecco Rosé Doc Spumante Bio Vegan di...

La sfida di Ondulkart passa per la sostenibilità!

Ondulkart sa che quando si tratta di wine packaging non è più soltanto una questione di design. Ma per stare al passo con i tempi è necessario adottare una filosofia “eco-sostenibile”.