Valpolicella vigneti d’oro: valgono 4 miliardi di euro

Assoenologi ha confrontato i terreni dei vigneti italiani svelandone il prezzo.

Un tempo era il mattone l’investimento sicuro, ma oggi le cose sono cambiate. A dirlo è Assoenologi che, confrontando ettaro per ettaro il terreno dei vigneti italiani, ci svela il prezzo di ciascun vigneto. E così ecco emergere che non solo il valore degli appezzamenti di terreno vitato mantengono inalterato il loro valore nel tempo, salvo rarissime eccezioni, ma che un ettaro in Valpolicella è quotato oggi tra i 530 e i 550mila euro, con un aumento del 5% rispetto al 2009.

Vigneti d’oro quelli della Valpolicella, quindi, che battono a mani basse altri terreni blasonati come quelli di Montalcino, Chianti e Barolo.

Sempre secondo lo studio condotto da Assoenologi, i 7435 ettari vitati,valgono infatti in totale circa 4 miliardi di euro: un’ottima notizia per i produttori di Amarone che, tra l’altro, si apprestano tra pochi giorni a presentare l’annata 2011 con Anteprima Amarone.

christian marhesini
Nella foto: Christian Marchesini

Ma questo non è il solo primato della Valpolicella; secondo i dati forniti dal Consorzio, infatti, la zona detiene un altro importante record nazionale, ovvero quello relativo al valore della produzione del proprio vino: 550mln di euro nel 2013  tra Amarone, Valpolicella, Ripasso e Recioto, di cui 325mln solo per l’Amarone.

Christian Marchesini, Presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella mostra così la sua soddisfazione: “Al potenziale valore complessivo del nostro vigneto, già di per sé altissimo, occorrerebbe aggiungere un valore ancor più in ascesa. Si tratta di quello, intangibile, dato dal brand di qualità che si sono costruite le nostre produzioni, Amarone in primis. E’ su questo asset che stiamo lavorando per far crescere l’immagine del nostro territorio in tutto il mondo”.

 

Related Posts

Ultimi Articoli