Il 2020 sarà un anno da ricordare per il Morellino di Scansano

Il Morellino di Scansano saluta un 2020 ricco di riconoscimenti: dai Tre Bicchieri di Gambero Rosso ai commenti positivi di James Suckling

Fine anno, tempo di bilanci. Non fa eccezione il Consorzio Tutela Vino Morellino di Scansano che guarda positivamente al 2020 che si sta per concludere.

Un anno positivo, nonostante la pandemia, in cui il Morellino di Scansano ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica nazionale e internazionale.

“Il Morellino è l’espressione peculiare del Sangiovese sulla costa toscana – commenta il direttore del Consorzio Tutela Vino Morellino di Scansano, Alessio Durazzi, come riportato da Ansa – e riesce ad esprimere il proprio carattere in entrambe le tipologie, offrendo la possibilità di assaporare, ad ogni sorso, il nostro territorio e la nostra storia“.

Tra i riconoscimenti, quelli ottenuti da Gambero Rosso, che ha insignito il Morellino con il massimo riconoscimento, i Tre Bicchieri. Non manca, poi, come ricorda ancora Ansa, il commento de La Guida Vini Buoni d’Italia del Touring Club con le Corone, DoctorWine di Daniele Cernilli con il Faccino, la guida Vitae dell’Associazione Italiana Sommelier con le Quattro Viti, Slowine dell’associazione Slow Food con i Top Wine.

E poi, come dimenticare gli ottimi punteggi ottenuti nella speciale classifica di James Suckling, tra i più influenti e stimati esperti di vino a livello mondiale (qui abbiamo parlato di tutti i risultati).

“Il percorso di crescita dei vini della denominazione ha permesso di raggiungere livelli di eccellenza”, afferma Bernardo Guicciardini Calamai, presidente del Consorzio di Tutela del Morellino di Scansano, “l’unicità del Morellino può essere riconosciuta nel suo essere un vino “popolare”, nell’accezione positiva del termine, ed al tempo stesso saper esprimere grande qualità e caratteristiche uniche, che ne fanno un perfetto interprete del proprio territorio“.

Potrebbe interessarti anche:

Related Posts

Ultimi Articoli