Toscana e vigneti: una crescita desiderata e forse osteggiata?

Anteprima Merano WineFestival: al via con Naturae et Purae il 18-20 giugno

Tutto pronto per l’Anteprima Merano WineFestival: le richieste di accredito saranno fatte online Dopo lo stop dettato dalla pandemia e la versione digital del MWF...

Cresce la produzione bio nelle cantine cooperative, il 61% è Green

Cresce la produzione biologica nel mondo vitivinicolo cooperativo: da un'indagine realizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari su un campione rappresentativo delle proprie associate.

Come sta l’export del vino italiano dopo oltre un anno di pandemia?

La ripresa c'è e si vede, con i dati relativi all'export vino italiano che disegnano una curva verso l'alto. A dirlo, è l'analisi di Ismea e Unione italiana vini (Uiv), che hanno elaborato i dati Istat relativi alle esportazioni di vino nel primo trimestre del 2021

Agricoltura 5.0: Ismea mette in vendita 16mila ettari di terreno. Ecco i dettagli per fare richiesta

624 aziende agricole potenziali per un totale di 16mila ettari di terreno al fine di rendere operative le misure per realizzare un'agricoltura 5.0 Dopo il...

Montefalco Sagrantino 2017 annata da tre stelle: caratteristiche e valutazione

Ieri, mercoledì 9 giugno, è stato il momento della presentazione ufficiale del Montefalco Sagrantino 2017, la valutazione dell'annata e la messa in evidenza di alcune sue caratteristiche.

L’allarme è stato lanciato da Coldiretti Toscana.

Assegnazione Nuovi Vigneti ToscanaLa Toscana dei vigneti ha tanta voglia di crescere ancora. Forse troppa. O forse qualcuno le sta semplicemente bloccando le ali? A rilevare la portata del problema è Coldiretti Toscana in seguito alla pubblicazione della graduatoria della Regione Toscana che definisce le entità dei nuovi impianti vitivinicoli.

Le domande di ampliamento dei vigneti pervenute alla Regione sono state 787, per un totale di 2.753 ettari di superficie richiesta. Ora, dal 1 gennaio di quest’anno la gestione del potenziale vinicolo avviene su base comunitaria e non più su base regionale, di modo che è stato stabilito che in Italia saranno assegnate autorizzazioni per un totale di circa 6.450 ettari, dei quali il 10% va alla Toscana, che potrà quindi assegnare 581 ettari. Soddisfacendo solo il 21% delle domande pervenute.

L’allarme lanciato da Coldiretti Toscana è dunque reale e concreto, anche se resta comunque tutta da verificare l’efficacia dei nuovi provvedimenti di assegnazione, i quali, se da un lato bloccano la crescita, dall’altro potrebbero evitare schizofrenici ampliamenti con ripercussioni sull’equilibrio del sistema vitivinicolo nazionale.

Il surplus di domande – spiega Tulio Marcelli, Presidente Coldiretti Toscana – ha un significato preciso: le aziende sono pronte ad investire ancora sul nostro vigneto anche alla luce delle richieste del mercato estero che sono in costante crescita. Il rischio di trovarci di fronte a tante domande e all’incapacità di farvi fronte era reale ed è stato oggetto della nostra critica. E’ però indubbio che il sistema di autorizzazioni vada revisionato con estrema urgenza, per combattere fenomeni speculativi, accompagnando il criterio del pro-rata – ovvero “più chiedo più ricevo” con altri meccanismi di salvaguardia”.

Related Posts

Ultimi Articoli

Enoturismo: nel cuore di Montalcino la Cantina Talenti

Un viaggio alla scoperta dell’autentica atmosfera della campagna senese in compagnia di una selezione degli eccellenti vini Talenti La Cantina Talenti sorge nel cuore di...

B.E.V.I.: su Sky Arte il vino diventa arte

Sky Arte lancia B.E.V.I., una serie televisiva dedicata al mondo del vino Sui canali 120 e 400 di Sky (Sky Arte) va in onda B.E.V.I.: prodotta...

Le misure per il rilancio del settore vino: export, fiscalità e cultura del bere

È andato in scena negli scorsi giorni l'evento pubblico di Federvini in cui si è discusso, tra l'altro anche delle misure necessarie per il rilancio del settore vino e le sfide che lo attendono nei prossimi anni.