Terre Alfieri conquista la Docg

Cantine Bike Friendly, le cantine della provincia di Siena quest’estate accolgono i ciclisti

Pedalare tra i vigneti della Toscana e essere accolti in una delle tante cantine sparse in provincia di Siena. È Cantine Bike Friendly.

Previsioni vendemmia 2021 in Sicilia: “finora annata ideale”

La presentazione dei dati sull'annata 2020 del vino siciliano è stato anche l'occasione di riflettere sulle previsioni per la vendemmia 2021 in Sicilia. Manca poco,...

Arriva Whisky Week, il festival sul lago di Como

Appuntamento il 28 e il 29 agosto a Villa Parravicini Revel sul Lago di Como per la prima edizione del Whisky Week.

Degustazione dell’olio: consigli utili per non sbagliare

Amaro, piccante, rancido, avvinato: la degustazione dell’olio si basa su olfatto e gusto La degustazione dell’olio, così come quella del vino, è un’arte complessa e...

Flessibilità OCM Vino: conto alla rovescia per l’approvazione del decreto Mipaaf

Richiesto dagli addetti ai lavori, il decreto sulla Flessibilità Ocm Vino prevede le varianti dei programmi per far fronte ai cambiamenti generati dalla pandemia...

Ci sono voluti dieci anni, ma finalmente il Terre Alfieri, che deve il suo nome al poeta e drammaturgo astigiano, ha ottenuto la denominazione di origine controllata e garantita.

E’ la quarta denominazione Docg dell’astigiano e nasce sui crinali attorno al Tanaro tra le province di Cuneo e Asti e i comuni di Magliano Alfieri, Govone, Priocca, una parte del territorio di Castellinaldo, e poi San Damiano, Cisterna, San Martino Alfieri, Antignano e Tigliole.

Il disciplinare prevede due tipologie: una ottenuta con Arneis e l’altra con Nebbiolo (in entrambi in casi con un minimo di 85% delle uve).

Il sì al Terre Alfieri è arrivato nella mattinata di oggi, 29 luglio, dal Comitato vitivinicolo nazionale a distanza di dieci anni dall’ottenimento della Doc.

A volere tenacemente questo riconoscimento una ventina di produttori della zona. “Un grande risultato per tutto l’Astigiano e per il nostro territorio – dice Beppe Guido dell’azienda vinicola “Pescaja” – Ringrazio che ci ha appoggiato in questo percorso, dalla Coldiretti al Consorzio di tutela della barbera e dei vini del Monferrato col presidente Mobrici e Fabio Teodo”.

Related Posts

Ultimi Articoli

Al Canevon apre nel centro storico di Valdobbiadene il primo Wine Shop

Tra le novità dell’estate c’è l’apertura del nuovo punto vendita dell’azienda agricola Al Canevon dove sarà possibile degustare i loro vini accompagnati dalle specialità del territorio.

47Anno Domini: nuovo sito all’insegna del design e della fruibilità

La cantina trevigiana rinnova anche lo shop on line, per una rinnovata esperienza digitale 47 Anno Domini, la cantina trevigiana fra i leader nella produzione...

Con Ondulkart puoi valorizzare i tuoi eventi!

Ondulkart si mette a disposizione del cliente per supportarlo nella realizzazione di ambientazioni in cartone ondulato e non solo, con elementi di arredo, espositori, cartelloni, immagini e decorazioni, rispettando la riciclabilità e la sostenibilità dei materiali.