Talenti: per il Benvenuto Brunello pronte le annate 2015, 2016 e 2019

La Cantina Talenti si prepara a presentare i suoi vini al Benvenuto Brunello 2021 “Off” in scena nei weekend (e i lunedì) di marzo

Sono già state definite annate da sogno, tra le più eccezionali di sempre: il Brunello di Montalcino 2016, giudicato ai massimi livelli dalle voci più influenti della critica internazionale, e la Riserva di un’altra vendemmia spettacolare e unica, la 2015, ma anche il Rosso di Montalcino 2019, che si ritaglia la sua parte sulla scena come “vino dei Millennials”, dalle potenzialità tutte da scoprire.  

Tra i calici del Benvenuto Brunello 2021 “Off” anche i vini della Cantina Talenti: il Rosso di Montalcino 2019, rosso rubino intenso, con riflessi violacei, profumo intenso fresco fruttato, con le caratteristiche note di ciliegia, prugna e amarena, al gusto morbido e minerale, di buona struttura con tannini bene bilanciati; la Riserva – Pian di Conte 2015, colore rosso intenso, profumo complesso fresco e ricco di sentori di frutta rossa matura, prugna, ciliegia more e lamponi, che si uniscono alle spezie di affinamento quali cioccolato, tabacco e liquirizia, corpo potente e tonico al palato con un buon equilibrio e morbidezza, infine tannini dolci ed eleganti; e infine il Brunello Selezione Piero 2016, che è il vino rosso “cuore” dell’azienda Talenti: il vino, dopo un’accurata vinificazione, si matura in botti di rovere (26 e 18 hl) e per una piccola percentuale in Tonneau da 500 litri per due anni e mezzo e poi affinato 12 mesi in bottiglia prima della commercializzazione. Il vino si presenta di colore rosso rubino, profumi intensi, caratteristici e delicati, armonico con sentori di vaniglia e frutta rossa, di sapore ampio, caldo. Persistente di grande armonia e sapidità, con una struttura ed una complessità tali da rendere la vita del vino molto longeva. 

Il Benvenuto Brunello 2021 andrà in scena nei weekend (e i lunedì) di marzo, in sicurezza e nel rispetto delle regole, emergenza permettendo, nella prestigiosa ed affascinante cornice trecentesca dell’antico Chiostro del Museo di Montalcino. 

Talenti: 2015, 2016 and 2019 vintages ready for Benvenuto Brunello

Cantina Talenti is preparing to present its wines at the Benvenuto Brunello 2021 “Off” on stage on weekends (and Mondays) in March

They have already been defined dream vintages, among the most exceptional ever: Brunello di Montalcino 2016, judged at the highest levels by the most influential voices of international critics, and Riserva of another spectacular and unique harvest, 2015, but also Rosso di Montalcino 2019, which takes its part on the scene as a “wine of the Millennials”, with all the potential to be discovered. 

Among the glasses of Benvenuto Brunello 2021 “Off” also the wines of Cantina Talenti: Rosso di Montalcino 2019, intense ruby red, with violet reflections, intense fresh fruity aroma, with the characteristic notes of cherry, plum and black cherry, soft and mineral taste, good structure with well balanced tannins; Riserva – Pian di Conte 2015, an intense red color, a fresh and complex aroma rich in hints of ripe red fruit, plum, blackberry cherry and raspberries, combined with the aging spices such as chocolate, tobacco and licorice, powerful and tonic body on the palate with a good balance and softness, finally sweet and elegant tannins; finally, the Brunello Selezione Piero 2016, which is the “heart” red wine of the Talenti winery: the wine, after careful vinification, is aged in oak barrels (26 and 18 hl) and for a small percentage in 500 liter Tonneau for two and a half years and then aged 12 months in bottle before marketing. The wine has a ruby red color, intense, characteristic and delicate aromas, harmonious with hints of vanilla and red fruit, wide flavor, warm. Persistent with great harmony and sapidity, with a structure and complexity such as to make the life of the wine very long.

Benvenuto Brunello 2021 will be staged on weekends (and Mondays) in March, in safety and in compliance with the rules, emergency permitting, in the prestigious and fascinating fourteenth century Cloister of the Museum of Montalcino.

Related Posts

Ultimi Articoli