Save the bottle: il packaging sostenibile di Smurfit Kappa

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Azoto, produzione di vino e packaging alimentare: ecco cosa li lega

L’azoto interviene in più settori della filiera alimentare e nella produzione di vino. Un gas che oggi può essere autoprodotto dalla stessa cantina o azienda in modo facile e sicuro.

Data uscita nuova annata Chianti: il Consorzio chiede di anticipare a gennaio 2022

il Consorzio di Tutela Vino Chianti ha chiesto alla Regione Toscana di anticipare di due mesi la data di uscita della nuova annata.

Rincaro materie prime: anche nel mondo del vino si rivedono i listini

Il rincaro delle materie prime colpisce anche i produttori di vino: il mondo del vino chiede attenzione del governo in legge di bilancio Le aziende...

Master of Wine Symposium: in Germania nel 2023

Il decimo Master of Wine Symposium internazionale si svolgerà in Germania nel 2023, dopo la cancellazione dell'evento ad Adelaide, in Australia, che era stato programmato per il prossimo anno.

Con “Save the Bottle” olio e vino viaggiano protetti e sicuri

Sostenibilità come parola d’ordine: ecco come nasce Save the bottle di Smurfit Kappa, prodotto con il 72% di carta riciclata ed il 44% di materia prima in meno rispetto al benchmark di settore.

Un packaging elegante e innovativo, in cartone ondulato, che garantisce sempre la massima protezione e resistenza; le scatole vengono fornite stese e già incollate, non richiedono pre-montaggio e si formano in meno di un secondo con un unico movimento.

Save the bottle garantisce la massima visibilità al prodotto, dal momento che la sua particolare forma permette di visualizzare l’etichetta sulla bottiglia senza bisogno di estrarla.

Tutte le proposte sono state testate secondo gli standard ISTA 3A definiti dall’International Safe Transit Association e progettate utilizzando il processo eSmart messo a punto da Smurfit Kappa per migliorare ogni aspetto del packaging.

“La pandemia e il conseguente lockdown che ci ha costretti a non uscire per un lungo periodo ha determinato un radicale cambio nelle abitudini di consumo e acquisto degli Italiani, che ha avuto un impatto rilevante anche sul mercato del packaging – commenta Gianluca Castellini, CEO di Smurfit Kappa Italia –Si è infatti assistito a un’esplosione degli acquisti on-line di qualsiasi tipo e anche le aziende che non erano ancora presenti sul web hanno aperto il loro canale di e-commerce. Per loro in particolare è stato fondamentale il supporto di un’azienda come la nostra che analizza i bisogni del cliente, esamina l’intera supply chain e progetta la soluzione più adatta dai diversi punti di vista: di chi produce e di chi vende, di chi distribuisce e di chi acquista. Nel nostro portfolio sono sempre più presenti soluzioni studiate appositamente per i diversi settori merceologici del commercio on line che ormai ha sue regole precise e protocolli a cui aderire per essere compliant con gli operatori logistici in termini di resistenza e ottimizzazione degli spazi, offrire una user experience sempre più accattivante per il consumatore finale utilizzando la quantità minima di materiale per un pianeta sempre più green”.

Save the bottle: le case history

Sono molti i produttori che scelgono di affidarsi a Smurfit Kappa per le proprie spedizioni; due eccellenze del food Made in Italy hanno scelto di far viaggiare i loro prodotti venduti on-line affidandosi a questa innovativa soluzione di imballo.

Consorzio delle Colline del Monferrato Casalese

Commenta così Luigi Ronchetti, presidente del Consorzio e produttore: “Con la pandemia, il nostro settore ha subito una flessione preoccupante, inoltre senza degustazioni in cantina, relazioni dirette con gli enoturisti e i clienti, abbiamo dovuto pensare ad altri modi per recuperare i contatti e vendere i nostri vini. L’online è stato un buon compromesso, per altro con potenziali ancora inespressi in Italia. Ma per l’e-commerce occorrevano imballi specifici e idonei. Dopo aver analizzato le offerte presenti sul mercato, la scelta è andata a Save the Bottle perché risponde a una serie di requisiti fondamentali. Parliamo di scatole adatte a ogni tipo di bottiglia, veloci di montare, con interno modulare e prelievo facile, esteticamente accattivanti, versatili per una doppia personalizzazione. Internamente tutte riportano il marchio del Consorzio, mentre esternamente ogni produttore ha la possibilità di abbinare il brand della propria cantina. Infine, punto molto importante, rispondono ai requisiti di sostenibilità e sicurezza”.  

Olitalia

“Tra Olitalia e Smurfit Kappa- commenta Gianni Tognoni, Responsabile Sales&Marketing- dell’azienda esiste una collaborazione di lunga data che anche in questa occasione si è rivelata vincente. Per il lancio del nostro nuovo canale e-commerce avevamo bisogno di sviluppare una soluzione di packaging ben specifica che coniugasse innovazione, sostenibilità e sicurezza per raggiungere le case dei nostri consumatori. Dietro alla soluzione sviluppata con Smurfit Kappa c’è un lungo percorso di ricerca e test per fornire ai nostri clienti la miglior esperienza possibile. Lo stesso approccio che in Olitalia abbiamo sempre adottato per la produzione di tutti i nostri prodotti, dagli oli extra vergine d’oliva agli aceti, frutto di un lavoro di ricerca, test e passione per alcuni tra i prodotti più importanti della nostra tradizione gastronomica”. 

Related Posts

Ultimi Articoli

A Natale regala un’emozione con i vini di Al Canevon

Personalizza le tue bottiglie per le festività natalizie e non solo. Scopri in e-commerce i vini dell’azienda per festeggiare al meglio qualsiasi momento!

Ondulkart: trova la giusta misura per il tuo packaging natalizio

Lo Scatolificio Ondulkart realizza soluzioni sicure, personalizzabili ed eco-friendly, fondamentali per un packaging di qualità ed innovativo.

A Merano Wine Festival il Sannio celebra vino e cibo

Durante il Merano Wine Festival - la celebre rassegna altoatesina, andata in scena dal 5 al 9 novembre - il Sannio Consorzio Tutela Vini ha portato non solo le sue eccellenze vitivinicole, ma anche i piatti tipici del territorio.