Rinnovato fino al 2020 il patto di collaborazione tra Vinitaly e UGCB

Anteprima Merano WineFestival: al via con Naturae et Purae il 18-20 giugno

Tutto pronto per l’Anteprima Merano WineFestival: le richieste di accredito saranno fatte online Dopo lo stop dettato dalla pandemia e la versione digital del MWF...

Cresce la produzione bio nelle cantine cooperative, il 61% è Green

Cresce la produzione biologica nel mondo vitivinicolo cooperativo: da un'indagine realizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari su un campione rappresentativo delle proprie associate.

Come sta l’export del vino italiano dopo oltre un anno di pandemia?

La ripresa c'è e si vede, con i dati relativi all'export vino italiano che disegnano una curva verso l'alto. A dirlo, è l'analisi di Ismea e Unione italiana vini (Uiv), che hanno elaborato i dati Istat relativi alle esportazioni di vino nel primo trimestre del 2021

Agricoltura 5.0: Ismea mette in vendita 16mila ettari di terreno. Ecco i dettagli per fare richiesta

624 aziende agricole potenziali per un totale di 16mila ettari di terreno al fine di rendere operative le misure per realizzare un'agricoltura 5.0 Dopo il...

Montefalco Sagrantino 2017 annata da tre stelle: caratteristiche e valutazione

Ieri, mercoledì 9 giugno, è stato il momento della presentazione ufficiale del Montefalco Sagrantino 2017, la valutazione dell'annata e la messa in evidenza di alcune sue caratteristiche.

Un vantaggio per buyer e stampa internazionale.

Vinitaly_2011_inside_exhibition_hallVerona e Bordeaux. Italia e Francia. Giovanni Mantovani e Olivier Bernard. Sono le coordinate di un agreement del settore vinicolo che coinvolge due delle manifestazioni internazionali più importanti del settore.

Nelle persone di Giovanni Mantovani (direttore generale di Veronafiere-Vinitaly) e Olivier Bernard (presidente UGCB – Union des Grands Cru de Bourdeaux) è stato infatti rinnovato per il quadriennio 2017 – 2020 il patto di collaborazione tra Vinitaly e UGCB. La formula è la stessa che ha presieduto l’accordo del quadriennio precedente: evitare sovrapposizioni tra la manifestazione italiana e quella francese (che si svolgono entrambe nella prima metà del mese di aprile) per permettere ai protagonisti del mondo del vino di prendere parte ad entrambe in tutta comodità. Con particolare riferimento ai buyer e alla stampa internazionale.

Il tono dei commenti a caldo di Mantovani e Bernard verte su temi importanti e sui quali poter costruire un rapporto duraturo, “Questo accordo, nato quattro anni fa – dicono i suoi firmatari – è storicamente importante perché ha visto la Francia e l’Italia del vino superare ogni nazionalismo enologico per incontrare le esigenze dei protagonisti mondiali del vino, partendo dal profondo riconoscimento reciproco dell’importanza delle due manifestazioni, che hanno da sempre agito con realismo e professionalità, in un’ottica di efficacia. Un’esperienza molto positiva anche sul piano dei risultati, che per entrambe le manifestazioni si è tradotta in un crescente livello internazionale delle presenze, anche per tutte le iniziative messe in atto, che verrà riproposta per i prossimi quattro anni e può preludere anche ad altre iniziative congiunte”.

Superamento del nazionalismo enologico, senso della realtà e professionalità: l’auspicio è quello di veder questi valori sempre in testa nelle definizioni dei programmi enoici europei.

Related Posts

Ultimi Articoli

Enoturismo: nel cuore di Montalcino la Cantina Talenti

Un viaggio alla scoperta dell’autentica atmosfera della campagna senese in compagnia di una selezione degli eccellenti vini Talenti La Cantina Talenti sorge nel cuore di...

B.E.V.I.: su Sky Arte il vino diventa arte

Sky Arte lancia B.E.V.I., una serie televisiva dedicata al mondo del vino Sui canali 120 e 400 di Sky (Sky Arte) va in onda B.E.V.I.: prodotta...

Le misure per il rilancio del settore vino: export, fiscalità e cultura del bere

È andato in scena negli scorsi giorni l'evento pubblico di Federvini in cui si è discusso, tra l'altro anche delle misure necessarie per il rilancio del settore vino e le sfide che lo attendono nei prossimi anni.