Merano WineFestival 2023: il programma, gli eventi, le date

Dal 3 al 7 novembre il Merano WineFestival ospita una serie di eventi: il Respiro e Grido della Terra, la prima volta di Schenk Italia, gli Showcooking e le masterclass sono alcuni esempi.

Excellence is an attitude!” è il motto di Merano WineFestival 2023, l’evento giunto alla 32esima edizione che dal 1992 si propone come emblema dell’eccellenza enologica e culinaria e come l’evento enogastronomico più esclusivo d’Europa.

La rassegna, in programma nelle date dal 3 al 7 novembre, permette di immergersi in una selezione curata dei migliori vini, cibi, distillati e birre artigianali: ecco gli eventi.

Respiro e Grido della Terra

Dal 3 al 4 novembre 2023 al Teatro Puccini torna il Summit “Respiro e Grido della Terra“, già lanciato durante il 31esimo Merano WineFestival.

In questa seconda edizione, il ciclo di convegni si concentrerà sulle innovazioni nel campo della viticoltura nazionale, approfondendo diverse tematiche anche a livello internazionale grazie alla collaborazione con IVES – Viticolture and Enology Society.

Tra gli appuntamenti presenti nel ciclo ce n’è uno firmato Coldiretti sul tema “Sostenibilità ambientale, economica e sociale“, dalle 16:45 di venerdì 3 novembre. E’ inoltre molto attesa “La Geopolitica Internazionale del Vino“, dalle ore 17 di sabato 4.

Il primo Merano WineFestival per Schenk Italia

Quest’anno, dopo 70 anni di presenza del quartier generale di Schenk Italia sul territorio altoatesino, il gruppo ha scelto di festeggiare le nozze di titanio con questo territorio, partecipando per la prima volta nella sua storia al Merano WineFestival. Nell’area risiedono la maggioranza delle risorse umane e giungono costanti investimenti per dare forza e fiducia a squadre del territorio, eventi sportivi e attività culturali.

Schenk sarà al Festival con 8 tavoli, ognuno dedicato alla presentazione delle linee dei vini di 8 delle più prestigiose cantine del gruppo, nazionali e internazionali. Sarà l’occasione per la Schenk Family di far conoscere le sue novità all’interno di una tra le più importanti manifestazioni dedicate al vino di qualità.

In particolare verranno presentate due nuove etichette, I Clasti Primitivo Susumaniello 2022 e il Primitivo Salento BIO 2022, prodotte dalle Tenute Masso Antico in Salento. Questa realtà negli ultimi anni sta ottenendo eccezionali riscontri e riconoscimenti sia da parte del pubblico che della critica specializzata.

Il Merano Wine Festival ci darà l’occasione di mostrare al grande pubblico e agli addetti ai lavori, la passione, la cura e l’attenzione che le nostre cantine, italiane ed estere, mettono nella creazione di vini di alta gamma e di qualità”, afferma Daniele Simoni, amministratore delegato di Schenk Italia.

Lunedì 6 novembre alle 14 nella Sala Conferenze dell’Hotel Merano ci sarà inoltre un’esclusiva masterclass della cantina Lunadoro di Montepulciano per la presentazione del suo prestigioso progetto “Gran Pagliareto 2018 Tonneaux selection – edition 2023”.

Book and Wine

Sabato 4 novembre, per lo spazio “Book and Wine!“, si terrà la presentazione del libro “Intrepide. Storie di donne, vino e libertà” di Laura Donadoni (@theitalianwinegirl), con la prefazione di Maura Gancitano.

L’incontro avrà luogo presso l’Hotel Therme, a partire dalle ore 17:00, all’interno della Palm Lounge, dove l’autrice racconterà la sua storia.

Nella stessa location ma venerdì 3 novembre, alle ore 15:00, Riccardo Corazza (@rickygoodstories) presenterà il suo libro “Terradivina” insieme a Francesca Negri.

Showcooking al Merano WineFestival

Alla 32esima edizione del Merano WineFestival tornano gli showcooking. Sarà così possibile incontrare chef provenienti dalla Campania, dall’Abruzzo e non solo.

I visitatori potranno assistere alla creazione di deliziosi piatti preparati al momento. Tutto questo avverrà dal 3 al 6 novembre all’interno della GourmetArena.

The WineHunter Masterclasses

Dal 3 al 6 novembre, l’Hotel Therme di Merano sarà inoltre il palcoscenico di The WineHunter Masterclasses. Non si tratta di semplici degustazioni di vino, ma esperienze profonde e coinvolgenti.

I partecipanti saranno guidati da esperti del settore in degustazioni che permetteranno di esplorare i sapori e gli aromi unici di ogni vino.

Scopriranno i segreti della vinificazione, i terroir unici e le storie appassionanti dietro ogni bottiglia.

Territorium&Consortium

La manifestazione diventa anche l’occasione per inoltrarsi nei territori ospiti. Dal 3 al 6 novembre, tra la GourmetArena e il Fuori Salone ci sarà una rassegna dei Territori e dei Consorzi più vocati alle produzioni enogastronomiche.

Sarà così possibile fare un giro tra le bellezza e le squisitezze della Campania e dell’Abruzzo all’interno della GourmetArena. In questo caso gli showcooking saranno studiati per mirare ad esaltare le peculiarità dei due territori.

Tra i banchi d’assaggio ci saranno poi i Consorzi, che svolgono un ruolo fondamentale nel mondo del vino e della gastronomia. Fungono da custodi della tradizione, dell’autenticità e del carattere distintivo.

Nel Fuori Salone non manceranno Land of Wine – Piemonte, la Regione Calabria e altri consorzi dalla regione Campania.

Related Posts

Ultimi Articoli