Lo smartphone che ci dice se è sicuro mettersi alla guida

Uno studio pubblicato sul Journal of Studies on Alcohol and Drugs rivela che i nostri smartphone sono in grado di rilevare i cambiamenti nell’andatura. Una possibile soluzione per evitare di incorrere in multe salate – e tutelare la sicurezza di tutti

Cena fuori, tra una portata e l’altra abbiamo assaggiato un bicchiere di troppo. Mettersi alla guida potrebbe essere pericoloso, oltre che farci incappare in una multa salata. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Studies on Alcohol and Drugs, a venirci incontro possono essere proprio loro: i nostri smartphone.

La ricerca americana ha evidenziato, infatti, che gli smartphone grazie ai sensori per rilevare i cambiamenti nell’andatura, sono in grado di riconoscere quando le persone rischiano di non poter garantire una guida sicura.

Ma in che modo si è svolta la ricerca? Ai volontari è stato chiesto di camminare per 10 passi in linea retta, girarsi e tornare indietro per due volte: prima di aver bevuto bevande alcoliche e dopo. Il test ha dato risultati veritieri nel 90% dei casi.

Secondo gli autori dello studio – scrive The Drinks Business – gli smartphone potrebbero in maniera semplice avvisare il guidatore che probabilmente ha superato il limite legale per una guida sicura. “Abbiamo potenti sensori che portiamo con noi ovunque andiamo – afferma il ricercatore capo Brian Suffoletto – Dobbiamo imparare come usarli per servire al meglio la salute pubblica”.

Related Posts

Ultimi Articoli