L’export del vino italiano in Russia torna a salire

La 6° Conferenza Mondiale del Turismo del Vino sarà in Italia

Nel settembre 2022 toccherà finalmente all'Italia, e più in particolare ad Alba, ospitare la Conferenza Mondiale del Turismo del Vino (Global Conference in Wine Tourism).

Tech-System, linee per pallettizzazione e incartonamento

Linee per pallettizzazione e incartonamento: ecco le proposte di Tech-SystemUn servizio a 360° quello di Tech- System, che ha come principale obiettivo quello di...

Anteprima Merano WineFestival: al via con Naturae et Purae il 18-20 giugno

Tutto pronto per l’Anteprima Merano WineFestival: le richieste di accredito saranno fatte online Dopo lo stop dettato dalla pandemia e la versione digital del MWF...

Cresce la produzione bio nelle cantine cooperative, il 61% è Green

Cresce la produzione biologica nel mondo vitivinicolo cooperativo: da un'indagine realizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari su un campione rappresentativo delle proprie associate.

Come sta l’export del vino italiano dopo oltre un anno di pandemia?

La ripresa c'è e si vede, con i dati relativi all'export vino italiano che disegnano una curva verso l'alto. A dirlo, è l'analisi di Ismea e Unione italiana vini (Uiv), che hanno elaborato i dati Istat relativi alle esportazioni di vino nel primo trimestre del 2021

Dopo le battute d’arresto degli ultimi mesi, tornano positivi i numeri dell’export del vino italiano in Russia. Lo sottolinea Federvini che richiama una nota dell’ufficio Ice di Mosca. Ancora segno meno, invece, per gli spiriti.

Per le esportazioni di vino italiano in Russia è + 17.3%

I numeri si riferiscono alle vendite registrate nel primo trimestre del 2021. Le richieste di vino italiano in Russia ricominciano a salire delineando i tratti di un quadro incoraggiante. Si tratta di un +17.3%, +9,3% in valore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

“Dati e segnali – continua Federvini – che lasciano presagire una ripresa graduale e progressiva della piattaforma economica della Federazione Russa (+ 0,5% a marzo). Alcuni analisti internazionali prevedono una crescita del 2,7% nel 2021, altri ben oltre il 3% e i presupposti non mancano”.

Non dimentichiamo che la passione dei russi per il vino italiano si è fatta spesso sentire. Nel 1° semestre del 2020 l’Italia è stata il primo fornitore di vino in Russia, dopo aver chiuso anche il 2019 al primo posto – fonte Federvini.

export vino italiano Russia

Export spiriti italiani in Russia, ancora segno meno

Diversa è invece la situazione per gli spiriti e distillati italiani. Meno 33,9%, per un settore già duramente colpito nell’export dai dazi imposti dagli Usa su alcuni prodotti europei, (alcuni) alcolici compresi. Una situazione su cui già più volte produttori e associazioni hanno tentato di portare l’attenzione, tra cui la neo eletta Presidente di Federvini Micaela Pallini, fino a poco tempo fa a capo della sezione spiriti.

Export tassello fondamentale per la ripresa del vino italiano

E proprio sull’importanza dell’export e su altre misure necessarie per il rilancio del settore vino si è concentrato l’evento pubblico di Federvini andato in scena pochi giorni fa. “Un patrimonio inestimabile che supera la dimensione strettamente economico-produttiva – riporta la nota dell’associazione-. E che richiede di essere tutelato e rilanciato”. Come? Le soluzioni proposte sono diverse. Dall’enoturismo alle infrastrutture, passando – appunto – per il sostegno alla promozione del vino italiano all’estero e all’export.



Related Posts

Ultimi Articoli

Enoturismo: nel cuore di Montalcino la Cantina Talenti

Un viaggio alla scoperta dell’autentica atmosfera della campagna senese in compagnia di una selezione degli eccellenti vini Talenti La Cantina Talenti sorge nel cuore di...

B.E.V.I.: su Sky Arte il vino diventa arte

Sky Arte lancia B.E.V.I., una serie televisiva dedicata al mondo del vino Sui canali 120 e 400 di Sky (Sky Arte) va in onda B.E.V.I.: prodotta...

Le misure per il rilancio del settore vino: export, fiscalità e cultura del bere

È andato in scena negli scorsi giorni l'evento pubblico di Federvini in cui si è discusso, tra l'altro anche delle misure necessarie per il rilancio del settore vino e le sfide che lo attendono nei prossimi anni.