La Commissione Europea fa chiarezza: “Non etichetteremo il vino come tossico”

Nei giorni scorsi, avevano fatto discutere le possibili misure dell’Europe’s Beating Cancer Plan. Da Bruxelles la risposta ufficiale

Dopo le diverse voci preoccupate che si erano levate da più parti – mondo del vino e non solo – arriva la dichiarazione della stessa Commissione europea a fare chiarezza. “L’Unione europea non vieterà il vino e non lo etichetteremo come qualcosa di tossico”, dicono da Bruxelles come riportato da Ansa. Così la Commissione europea risponde alle critiche di alcune associazioni di produttori di vino sul piano per il cancro.

Tra le misure che più preoccupavano il mondo del vino c’era, infatti, quella delle possibili nuove diciture in etichetta, insieme a una revisione degli investimenti in promozione e una revisione delle tasse. (ne abbiamo parlato qui La Ue fa guerra all’abuso di alcol. Cosa rischia il mondo del vino?)

“L’Europa ha i più alti livelli di consumo di alcol nel mondo e nonostante ciò la consapevolezza dell’alcol come fattore di rischio per il cancro è bassa“, prosegue l’esecutivo Ue. Ecco perché “per prevenire il consumo nocivo è necessario il rafforzamento delle politiche di controllo dell’alcol” e nell’ambito della revisione delle politiche di promozione dei prodotti agroalimentari “la Commissione esaminerà anche la sua politica di promozione delle bevande alcoliche”.

Potrebbe interessarti anche:

Related Posts

Ultimi Articoli