La birra artigianale supera la crisi e guarda al futuro: il parere di Unionbirrai

Un fenomeno in crescita e che piace: il punto di vista di Unionbirrai sulla birra artigianale.

Il mercato della birra artigianale cresce, i consumatori sono più attenti e premiano l’autenticità. Per dipingere il quadro attuale della filiera abbiamo intervistato Vittorio Ferraris, direttore generale Unionbirrai.

Vittorio Ferraris Unionbirrai
Vittorio Ferraris Unionbirrai

In questo momento come si sta muovendo il fenomeno delle birre artigianali in Italia?

“Il mercato della birra artigianale è ripartito nei primi mesi del 2022 con numeri molto interessanti. La riapertura dell’Horeca ha dato una spinta notevole e i birrifici artigianali si sono adeguati alle nuove modalità di consumo. Con una grande determinazione che ha portato a risultati soddisfacenti. Abbiamo un prodotto che trova sempre più riscontro presso il consumatore, che ha continuato a mostrare un interesse nei confronti della birra artigianale anche per tutto il periodo della pandemia. Con una risposta sempre molto positiva ad ogni riapertura”.

In che modo la crisi dovuta al reperimento delle materie prime sta influendo nel settore brassicolo?

“C’è sicuramente un problema di reperimento ma anche e soprattutto un problema legato all’incremento dei costi delle materie prime base per la produzione birraria. Da non dimenticare anche quelli di packaging e imballaggi, dei trasporti e non ultimo dell’approvvigionamento energetico. A fronte di un incremento delle vendite per queste prima parte di anno, c’è infatti una forte preoccupazione per l’aumento dei costi di beni e servizi. Sicuramente incideranno inevitabilmente sul fatturato. Come associazione di categoria, Unionbirrai sta cercando di sondare la domanda collettiva e provare a ipotizzare dei programmi di acquisto che consentano l’abbattimento dei costi sia delle materie prime sia per i servizi collegati”.

birra artigianale italiana
birra artigianale italiana

Export e birra: come sono le prospettive?

“L’export è al momento un fattore che può essere considerato marginale nel settore della birra artigianale. Esistono in Italia delle eccellenze che vengono acquistate dall’estero, ma i mercati internazionali non sono oggi il primo obiettivo dei birrifici. Quanto sta accadendo negli ultimi anni ci ha portati a guardare ancora di più all’interno dei confini, anche perché la birra artigianale è espressione del territorio e pertanto continuiamo a lavorare su questo cercando di creare attorno alle nostre produzione un consenso territoriale”.

 

Related Posts

Ultimi Articoli