Instagram è il social preferito nel settore del vino

Secondo l’indagine Mediobanca, gli influencer hanno avuto un ruolo centrale nella crescita di Instagram anche nel settore enoico

L’indagine Mediobanca 2020 ha analizzato la presenza digitale e l’attività online delle prime 25 realtà vinicole italiane per fatturato. Dai risultati della settima edizione della ricerca condotta da Omnicom Pr Group Italia, società di consulenza strategica in comunicazione, emerge che il social preferito nel settore del vino è Instagram.

Rispetto a tutti gli altri social network, Instagram ha avuto un incremento in aggregato di follower del 51% rispetto al 2019, favorito – si legge in una nota – anche dal ruolo fondamentale avuto dagli influencer dai racconto delle loro esperienze. Dallo studio dei dati, puntualizzano gli analisti, si evince che sono 16 su 25 le aziende ad avere e utilizzare con frequenza il loro account ufficiale di Instagram. Facebook registra invece una crescita del 1,2, mente YouTube è presidiato da 11 aziende, Twitter si ferma a 9 e infine Wikipedia è presidiata da solo 3 cantine.

L’e-commerce risulta stabile nel 2020 dopo la crescita registrata nel 2019. Le aziende che offrono un e-commerce proprietario sono passate da 3 a 6 aziende su 25, in quest’ultimo anno. I ricercatori spiegano nel dettaglio che “parte delle cantine (8 sulle 19 non dotate di e-commerce proprietario) preferisce indicare sui propri siti enoteche, alcune delle quali dotate di wine shop online”.

Come nel 2019, il 100% delle aziende (76% nel 2018 e 37% nel 2017) tratta il tema sostenibilità menzionando certificazioni, efficienza energetica, gestione sostenibile delle risorse naturali e agricoltura priva di pesticidi. Per quanto riguarda le lingue oltre all’italiano, sono l’inglese, il tedesco e il cinese quelle più presenti sui siti delle aziende analizzate.

Related Posts

Ultimi Articoli