IL CHIANTI IN 3D

Il Chianti Classico in mappa.


Un’idea innovativa quella di Alessandro Masnaghetti, pioniere di Slow Food che ha realizzato un plastico in 3D che ricostruisce i 70 mila ettari della zona del Chianti Classico. Ci ha messo dieci anni per tracciare e misurare le geografie del vino caro al barone Ricasoli, un vero e proprio labirinto di diversità.

Degustatore e cartografo del vino, l’autore ha incontrato i contadini in numerose visite nei nove Comuni del Chianti Classico che lo hanno condotto a ricreare un archivio visivo delle vigne di ogni casale, metro per metro, a partire da Panzano. Con lo scopo di far conoscere la complessità agricola di un territorio Masnaghetti ha elaborato un plastico di 91×67 cm disponibile sul sito www.enogea.it.


Con la versione 3D si capisce che il Chianti Classico non è solo un vino, è tanti vini, tante storie quante sono le zone. Un insieme di microcosmi che ne formano uno complesso, a partire dal monte San Michele, la vetta più alta, ad una miriade di colline.

Related Posts

Ultimi Articoli