Guida Michelin Francia 2021, il premio sommelier va a una donna

Pubblicata la Guida Michelin Francia 2021. Un’edizione speciale, quella redatta nell’anno della pandemia, dove – purtroppo – il settore turismo è stato uno di quelli più colpiti.

Tra i premi speciali, quello al miglior “Sommelier”

Si chiama Vanessa Massé e fa parte del ristorante Pure & V di Nizza. È lei a vincere il premio “Sommelier” dell’edizione 2021 della Guida Michelin Francia. Un riconoscimento speciale, inserito dagli Ispettori della Guida Michelin Francia interessati a mettere in luce i diversi mestieri della ristorazione, duramente colpiti anch’essi dalla crisi sanitaria. Servizio di sala e sommelier in primis, ma anche pasticceria.

“Nonostante la crisi che i ristoratori continuano ad affrontare, l’edizione 2021 della Guida Michelin ribadisce la solidità, l’eccellenza e il dinamismo del panorama gastronomico francese, che vede fiorire in diversi luoghi del Paese tanti giovani talenti”.

Stelle confermate e new entry. C’è anche un ristorante italiano

Arriva la terza stella per il ristorante AM par Alexandre Mazzia a Marsiglia. 33 nuovi esercizi impegnati in un approccio sostenibile alla gastronomia ricevono la Stella Verde, mentre 54 nuovi insegne si aggiudicano la loro prima stella. Tra questi c’è anche un ristorante che punta sui sapori italiani, La Table d’Antonio Salvatore au Rampoldi, Monaco.

Per conoscere tutti gli esercizi inseriti, basta visitare il sito della Guida Michelin.

“Anno difficile, ma dimostrazione che la gastronomia continua a brillare in Francia”

“Come gli chef anche i nostri Ispettori locali hanno dovuto adattarsi per garantire l’edizione 2021 – afferma Gwendal Poullennec, Direttore Internazionale delle Guide Michelin. – Grazie ad un investimento eccezionale da parte loro, ma anche da parte dei nostri team internazionali, sono riusciti a stabilire una proposta di ristoranti affidabile come negli anni precedenti, mantenendo la nostra storica metodologia ed eseguendo tutte le prove tavola come al solito. Questa selezione ribadisce quanto la gastronomia continui a brillare ovunque in Francia e possa contare ancora su tanti talenti, sia nuovi che affermati”.

“Ci auguriamo vivamente – conclude – che sia uno strumento utile per chi si fida di noi e un invito a scoprire o riscoprire il piacere del buon cibo contribuendo al tempo stesso alla ripresa ”.

E intanto in Italia, la stella della Guida Michelin torna a Montalcino

Anche l’Italia, come ogni anno, ha la sua Guida Michelin. Nel corso della presentazione, andata in onda streaming a novembre 2020, sono stati svelati i 371 ristoranti stellati presenti nella Guida Michelin 2021. 3 le new entry che si sono aggiudicate due stelle e 26 novità a una stella.

 La Toscana è la regione a meritarsi una menzione per il territorio con più novità (6). Tra queste figura anche il Ristorante Sala dei Grappoli di Castello Banfi-Il Borgo, guidato dallo chef Domenico Francone. Uno dei tanti ristoranti della nostra Penisola che si lega a un territorio del vino e che, una volta di più, ricorda lo stretto legame che c’è nel nostro Paese tra cibo, enologia e tradizioni locali.


Related Posts

Ultimi Articoli