Medaglia d’oro Pegaso al dott. Giacomo Tachis, principe dell’enologia italiana

24 novembre- presso la Presidenza della Regione Toscana la cerimonia di consegna della medaglia.

giacomo tachisSi terrà il 24 Novembre alle ore 15.00 presso la Presidenza della Regione Toscana, la consegna della medaglia d’oro Pegaso da parte del Presidente Rossi al Dott. Giacomo Tachis, importante riconoscimento ad una carriera straordinaria.
Enologo di pregio o “mescolavino”, come lui ironicamente ama definirsi, ritiratosi nel 2010 a vita privata, è considerato uno dei principi dell’enologia italiana, un pioniere non solo nell’arte di fare vino, ma anche nell’arte, altrettanto difficile, di comunicarlo.

Torinese di nascita, trapiantato ormai da anni in Toscana, ha saputo raccontare la regione in tutto il mondo attraverso i vini di straordinaria qualità che ha prodotto, apportando una rivoluzione enologica che ha dato la possibilità di esportare, insieme alle bottiglie, l’immagine innovativa non solo della Toscana, ma di tutta Italia.

La medaglia d’oro è l’ennesimo riconoscimento ad una carriera straordinaria, iniziata nel 1961 con l’approdo nella Cantina Antinori, dov’è rimasto fino al 1993 creando capolavori come Solaia e Tignanello. Tra i suoi grandi committenti cantine del calibro di Argiolas, Santadi, Rampolla e San Guido.

“Il vino non conoscerà mai crisi perché la gente lo beve e lo berrà sempre” così parla Tachis “Negli ultimi decenni sono stati fatti grandi investimenti economico-finanziari nelle campagne. In parte hanno fatto del bene, perché hanno portato progresso. Ma in parte no, perché c’é chi si è adagiato su un iniziale progresso e ci sono tendenze speculative. Ad ogni modo il vino ha avuto e avrà sempre mercato”.

Related Posts

Ultimi Articoli