FINE 2022, la fiera dell’enoturismo in Spagna

La Fiera de Valladolid presenta a FITUR la terza edizione di FINE 2022 il 1 e 2 Marzo

Si sta svolgendo in questi giorni a Madrid, 19-23 gennaio, la Fiera del Turismo “FITUR 2022”, un punto d’incontro globale per i professionisti del settore e la fiera leader per i mercati ricettivi e di emissione in America Latina durante il quale è stato presentata FINE 2022.

La Fiera Internazionale del Turismo del Vino festeggerà la sua terza edizione il 1 e 2 marzo 2022 a Villadolid.

In questa occasione sono intervenuti i rappresentanti delle istituzioni che sostengono questo progetto pionieristico nella promozione e divulgazione dell’enoturismo. I contenuti di FINE sono strutturati attorno a tre spazi di lavoro complementari: un’esposizione commerciale, un’area per le interviste con i buyer nazionali e internazionali e sessioni di formazione con l’intervento di specialisti in aree come il marketing e l’innovazione nell’enoturismo.

L’ultima edizione, svoltasi a giugno, ha visto la partecipazione di un centinaio di cantine, hotel e aziende enoturistiche di Spagna e Portogallo. “Il cuore di FINE 2022 è B2B, il talk show programmato tra acquirenti e venditori. Lo scorso giugno siamo partiti con più di 2.000 appuntamenti, il 42 per cento in più rispetto alla prima edizione, e a questi vanno aggiunti gli incontri spontanei che si svolgono in orari diversi, perché FINE è uno spazio di lavoro in ognuno degli scenari con attività sia formali che informali”, ha affermato il direttore generale della Fiera di Valladolid, Alberto Alonso.

Enoturismo d’affari

FINE 2022 nasce con la sfida di contribuire a posizionare la Spagna come una delle principali destinazioni enoturistiche internazionali. “Abbiamo un grande potenziale e margine di crescita – siamo ancora lontani dai numeri di paesi come Francia o Italia – e per svilupparlo ritengo fondamentale il coinvolgimento di tutti gli agenti coinvolti in ogni fase, sia nella creazione di prodotti e servizi che nel marketing enoturistico”.

Al di là delle cifre, i partecipanti a FINE 2021 hanno voluto sottolineare “le buone prospettive di business che si generano in questo incontro”. I buyer sottolineano che “è un’opportunità unica per trovare novità” per i mercati che, nel caso delle destinazioni internazionali, richiedono viaggi “su misura”, esperienze uniche, attività sostenibili e così via.

Il turismo d’affari (MICE), sarà uno degli assi attorno ai quali si articoleranno i contenuti della prossima edizione, un settore con ottime prospettive di crescita e di grande interesse per il tessuto imprenditoriale “per ragioni come la destagionalizzazione , il miglioramento degli indici di occupazione nei giorni feriali o il maggior volume di affari generato da questo tipo di turismo rispetto al turismo convenzionale”.

 

 

 

 

Related Posts

Ultimi Articoli