Equalitas e Luci sul Lavoro: al via il tavolo sul tema vino-lavoro

Equalitas e Luci sul Lavoro insieme per la creazione di un tavolo operativo permanente sul tema vino-lavoro che funga da osservatorio attivo su fondamentali tematiche.

C’è un nuovo progetto in cantiere: avviare, sul tema vino-lavoro, un tavolo operativo permanente che funga da osservatorio attivo su tematiche fondamentali come il welfare e il cosiddetto giving back, per continuare a trasferire le migliori pratiche di lavoro lungo le filiere e dunque, virtualmente, sul prodotto finito.

Una sfida, questa, nata dalla collaborazione tra Equalitas e Luci sul Lavoro ed annunciata lo scorso 18 settembre 2020 a Montepulciano durante l’incontro dal titolo “Il ruolo del lavoro nella sostenibilità del vino”, svoltosi nell’ambito dell’11ma edizione del Festival dedicato al mondo del lavoro.

Si tratta di un progetto importante e di un’unione d’intenti tra Equalitas che rappresenta, per l’ambito vitivinicolo, un modello di riferimento per la promozione della sostenibilità secondo i tre pilastri sociale, ambientale ed economico e l’ormai storica manifestazione organizzata da Eidos (Istituto Europeo di Documentazione e Studi Sociali) e dal Comune di Montepulciano.

Come spiega una nota, tra gli obiettivi primari del progetto c’è la possibilità di contribuire a materializzare, lungo la filiera del vino e fino al consumatore, le migliori pratiche etiche ed economiche del lavoro, tramite un continuo confronto con i più autorevoli player nazionali ed internazionali in materia, a partire dal ministero delle Politiche agricole e forestali e dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

Equalitas si configura quale standard a cui si ispirano piccole e grandi realtà ed il suo alto valore è rappresentato da un’eccezionale prospettiva dichiarata, in occasione del Festival, dal vicepresidente di Equalitas, Michele Manelli: “Alla base di tutto c’è la visione di un’impresa che non si accontenta di mostrarsi in regola con le leggi sul lavoro lungo tutta la propria filiera produttiva, ma vuole dimostrare a tutti e in primis al proprio consumatore, grazie allo strumento del marchio collettivo certificato, come si possa coniugare crescita delle produttività ed al contempo della qualità del lavoro in senso lato. Idealmente – ha concluso Manelli – si può dire che grazie al consumo di questa bottiglia ideale di vino che vogliamo realizzare si può contribuire ad una società sempre migliore”.

Le tematiche sociali del lavoro – ha detto il presidente di Equalitas, Riccardo Ricci Curbastrorivestono un ruolo chiave nell’approccio alla sostenibilità che si sta affermando a livello internazionale, in particolare per prodotti al consumo quali il vino”.

“Equalitas – ha continuato il presidente – opera da anni al fine di incoraggiare attivamente l’adozione di una cultura aziendale moderna e sostenibile da parte delle cantine italiane e dei mercati mondiali e, allo stesso tempo, di promuovere la diffusione di buone pratiche insieme allo sviluppo di idee ed innovazioni, anche sul tema del lavoro. Per questo motivo, con la precisa volontà di allargare il nostro raggio d’azione, si è perfezionata la collaborazione con Luci sul Lavoro“.

L’idea è dunque quella di proporre la creazione di un tavolo permanente sul tema vino-lavoro, che sia in grado di monitorare, sviluppare e promuovere politiche attive del lavoro affinché si giunga al migliorio organizzativo della filiera e del suo sviluppo sostenibile.

Related Posts

Ultimi Articoli