Un weekend di degustazioni vini in Toscana: l’agosto di Tornesi

“Il caldo di questi giorni noi lo combattiamo in cantina!” racconta Elisa, che ci apre le porte della cantina Tornesi per un weekend di degustazioni vini in Toscana, a Montalcino

L’ultimo mese di questa calda estate si prospetta rovente. Ecco perché in tanti fuggono dalla città alla ricerca di un luogo in mezzo alla natura, dove passare un weekend tranquillo all’insegna del buon cibo e dell’aria pulita. Tra le soluzioni più apprezzate, c’è quella dell’enoturismo: la scelta giusta per chi cerca relax, ma vuole anche soddisfare il palato. Elisa e suo padre Maurizio, titolari della cantina Tornesi a Montalcino, ci raccontano tre cose da fare in un weekend di degustazioni vini in Toscana. E perché questa sarà una vacanza che non dimenticherete!

Degustazioni vini in Toscana? Sì, ma si parte dalla cantina

“A chi ci viene a trovare durante la sua vacanza in Toscana e vuole prenotare un tour degustazione di Brunello di Montalcino, proponiamo sempre, prima, un giro guidato della cantina – ci dice Elisa, che da alcuni anni ormai porta avanti l’azienda di famiglia insieme a suo padre Maurizio -. Per noi, portare i visitatori alla scoperta della nostra cantina è un po’ come condurli in un viaggio nel tempo, lungo la nostra storia. Il primo a credere a questo sogno è stato mio nonno Gino, che diventò socio del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino addirittura nel lontano 1967. Da allora, tante cose sono cambiate, ma non la passione che ci mettiamo. Lavoro, famiglia e vita di tutti i giorni si intrecciano: è questo che cerchiamo di far trasparire a chi viene a conoscere i nostri vini”.

Tra le cantine da visitare in Toscana, quello che colpisce di Tornesi è proprio il profondo legame tra azienda e territorio. Elisa e Valentina vi mostreranno le sale di vinificazione e le botti dove riposano i vini del futuro, Maurizio, invece, saprà raccontarvi tutto sulle vigne. Una vera e propria full immersion nella viticoltura di Montalcino, per una giornata ricca di sorprese e scoperte.

Aperitivo con vista sulle vigne a Montalcino: quali cantine visitare in Val d’Orcia?

Se volete vivere l’esperienza di una degustazione con vista sul Monte Amiata e le colline circostanti, Tornesi sa come accontentarvi. “Dopo il tour della cantina, quello che consigliamo agli enoturisti è di prendersi un po’ di tempo, sedersi e godersi la loro degustazione di Brunello di Montalcino in cantina immersi nella natura”.

Dalla Terrazza del Cucculo, potrete assaggiare il Brunello di Montalcino 2017 o il Rosso di Montalcino, ma anche il Brunello Benducce 570, un vino pensato per le occasioni speciali affinato circa 30 mesi in botti di rovere di Slavonia

La degustazione è accompagnata dai golosi manicaretti preparati da Renata, mamma di Elisa e moglie di Maurizio. Perchè, per un’esperienza enogastronomica a 360°, non possono mancare i prodotti e le ricette della tradizione che meglio si abbinano ai suoi vini più iconici.

Tour Val d’Orcia: che giro fare

Dopo aver visto dove fare degustazioni vini in Toscana e aver scoperto i segreti di una azienda dalla lunga storia come Tornesi, Elisa e Maurizo ci lasciano con un ultimo consiglio. “I turisti e enoturisti che vengono qui per un weekend degustazioni in Toscana, non possono perdere l’occasione per visitare la Val d’Orcia. È un luogo unico, ricco di tradizioni e borghi da scoprire. Si può fare un tour della Val d’Orcia in 2 giorni, oppure scegliere di fermarsi di più: le cose da fare sono tante e siamo sicuri ci lascerete il cuore!”.

Dalla cantina Tornesi, situata a pochi km da Montalcino, si raggiunge facilmente San Quirico d’Orcia, con le sue vie e pievi caratteristiche e la cappella della Madonna di Vitaleta poco lontano. Da lì, potete prendere la strada per Pienza, a città rinascimentale voluta da papa Piccolomini e, se fa troppo caldo, le Terme libere dei Bagni di San Filippo.

 

 

Related Posts

Ultimi Articoli