Cosa cercano nel vino le giovani generazioni?

Una conferenza stampa di Vinexpo Paris a Londra rivela cosa vogliono le giovani generazioni di consumatori dal vino.

In occasione di una conferenza stampa di Vinexpo Paris a Londra è stata posta molta importanza a cosa cercano le giovani generazioni quando si tratta di vino.

Tale analisi nasce da una presentazione del COO di Wine Intelligence Richard Halstead che ha voluto diffondere informazioni sulle tendenze delle bevande in vista del Wine Paris & Vinexpo Paris che si svolgerà nella capitale francese dal 13 al 15 febbraio 2023.

consumo vino millenial
consumo vino millenial

“La battaglia delle generazioni nel Regno Unito”.

Halstead ha affermato che ci sono stati “cambiamenti fondamentali in atto nell’industria del vino e nella sua base di consumatori”. E’ importante notare che il numero di bevitori regolari di vino di età compresa tra 18 e 39 anni è sceso dal 37% nel 2010 a 26 % oggi.

Per far fronte a ciò, Halstead ha evidenziato alcuni aspetti dei gusti e dei desideri di questo gruppo di popolazione che potrebbero aiutare il commercio del vino. Ma anche aiutare ad attrarre e trattenere i consumatori tra i gruppi di età più giovani. Tra di questi i millennial (25-39) e la “gen Z” (18-24), che attualmente costituiscono il 21% e il 5% dei bevitori di vino “regolari” nel Regno Unito.

In particolare, Halstead ha attinto alla ricerca sui consumatori di Wine Intelligence per dimostrare che i bevitori di età inferiore ai 40 anni “si divertono a provare stili di vino nuovi e diversi su base regolare“. Trend in contrasto rispetto ai “boomer” (55+) che sono “i più propensi a fare affidamento su modelli di acquisto abituali.

scelte acquisto giovani consumatori
scelte acquisto giovani consumatori

Cosa acquistano i giovani consumatori?

Sembra che le giovani generazioni siano propensa a spendere di più. Secondo Halstead, tra le motivazioni c’è quella di “mettersi in mostra”, nonché il fatto che “il prezzo è un valore di sicurezza per i consumatori più giovani“, che stanno “cercando di acquistare un prodotto interessante anche”, che proviene da un rivenditore specializzato.

Più in generale, Halstead ha sottolineato che i redditi disponibili tendono a raggiungere il picco quando una persona ha 30 anni, prima che entrino in gioco costi come figli e mutui.

Per quanto riguarda ciò per cui questi giovani bevitori di vino stanno spendendo i loro soldi, Halstead ha sottolineato che c’è una forte domanda di spumanti e rosé, perché tali settori sono “facili da capire e offrono affidabilità, perché sono altamente marchiati”.

Infine, Halstead ha osservato che i consumatori più giovani sono più interessati a formati alternativi, dalle mezze bottiglie ai magnum, lattine o “contenitori ecologici”, aggiungendo che c’è “una volontà di impegnarsi con imballaggi alternativi.

Related Posts

Ultimi Articoli