Consumi fuori casa, nel 2020 calo del 40%

Secondo le previsioni dello studio che Federvini ha affidato a TradeLab, il mercato dei consumi fuori casa continua a risentire delle perdite

Sarà un brindisi amaro quello con cui diremo addio al 2020, almeno secondo le previsioni dello studio che Federvini ha affidato a TradeLab. I numeri, infatti, dimostrano che i consumi di vini e spiriti fuori casa continuano a risentire enormemente delle perdite legate non solo all’andamento della pandemia, ma anche alle misure restrittive.

Qualche dato? Se nel 2019 il valore complessivo nel consumo fuori casa per il settore vini è stato di oltre 2,3 miliardi di euro – riporta una nota di Federvini – quest’anno la contrazione non permetterà di arrivare a 1,4 miliardi di euro. Stiamo parlando di quasi meno 40%. E non va meglio per gli spiriti: il valore pari a circa 960 milioni di euro dello scorso anno sarà quasi dimezzato nel 2020, riducendosi a circa 570 milioni di euro (-41%).

“Sono dati che ci fanno preoccupare e che indubbiamente incidono sui fatturati delle Aziende anche in considerazione dello scenario internazionale – ha dichiarato Sandro Boscaini, Presidente di Federvini. “Ma vogliamo guardare al futuro con ottimismo e voltare pagina. Il nostro tessuto imprenditoriale ha subito uno scossone senza precedenti, ma ha saputo reagire e dimostrare di essere ugualmente capace di affrontare una congiuntura così negativa sia sul mercato interno che all’estero”.

Ci sono, poi, differenze significative tra regione e regione, ricorda Federvini. In Lombardia, ad esempio, per i vini si riporta un -40% annuo mentre il Molise segna -31% del Molise. Per quanto riguarda, invece, gli spiriti risulta essere ancora la Lombardia la più penalizzata con -45% per chiudere con la Puglia che si assesta ad un -35%.

Siamo pronti a ripartire: chiediamo alle istituzioni di accompagnare la nostra ripresa e sostenerla perché i nostri settori possano tornare ad esprimere l’immenso valore economico sociale e culturale che li contraddistingue” ha concluso Boscaini.


Potrebbe interessarti anche:


Related Posts

Ultimi Articoli