Il Consorzio Vino Chianti scrive al Ministro Martina

A seguito della visita dello scorso 29 agosto al Consorzio Vino Chianti, il presidente Giovanni Busi scrive al Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, per confermare le richieste dei viticoltori e proporre delle soluzioni, già esternate in tale occasione.
“I viticoltori stanno lavorando con grande difficoltà, come non accadeva da decenni. La qualità è garantita, ma in alcune zone abbiamo registrato cali di produzione del 50%”
Il settore sta evidentemente vivendo un’annata complicata e chiede ufficialmente di gestire la situazione con interventi straordinari: una moratoria della situazione debitoria delle aziende nei confronti degli istituti bancari, degli enti previdenziali e la detassazione fiscale 2017 per riportare i bilanci aziendali alla normalità riducendo i rischi per gli investimenti delle imprese e per i posti di lavoro.
Una lettera che vuole essere un contributo costruttivo dunque, in cui si evidenzia anche la necessità di una revisione della gestione delle risorse idriche disponibili, proponendo lo sviluppo di una nuova rete di bacini e agevolazioni burocratiche ed economiche per quelli già esistenti.
Altro punto critico sottolineato sono i nuovi strumenti che sostituiscono i voucher, che hanno presentato difficoltà nell’utilizzo e nel funzionamento, piuttosto complesso, fin da subito e che, secondo il Consorzio, potrebbero generare aree grigie anziché mettere a pulito situazioni non chiare.

Related Posts

Ultimi Articoli