Con Officina Grafica il vino “indossa” l’etichetta

Etichette artigianali, dal design semplice ed elegante, che si adeguano alle bottiglie come veri e propri abiti 

Una buona etichetta non deve sovrastare il vino ma adeguarsi a esso e avvolgerlo come fa la seta con la pelle. Per questo Officina Grafica si presenta come un atelier nel cuore di Firenze che “cuce” etichette su misura per ogni esigenza.

L’approccio sartoriale adottato dalle menti creative dei due fondatori, Vincenzo Maccarrone e Tommaso Pecchioli, rappresenta un vero e proprio cambio di paradigma necessario, specialmente se si vuole abbandonare l’antica concezione secondo cui l’etichetta ha il mero scopo di catturare l’attenzione del consumatore che scruta distrattamente le bottiglie sugli scaffali del supermercato. Nell’atelier Officina Grafica si lavora per restituire all’etichetta la sua dignità, innalzandola ad abito che deve vestire la bottiglia senza distrarre dal vero protagonista: il vino al suo interno.

Semplicità, eleganza e amore per le storie: i segreti per un’etichetta su misura

La cifra stilistica adottata è quella della pulizia e della raffinatezza. Linee essenziali, decorazioni, contrasti tra lucido e opaco, utilizzo misurato di preziosa lamina d’oro e sincera passione per l’arte figurativa sono solo alcuni degli strumenti messi a disposizione del cliente, che potrà così veder tradotta in segno grafico la propria filosofia.

Ed è proprio l’attenzione per le storie che permette di realizzare etichette ad hoc. Tommaso e Vincenzo si immergono nei racconti dei clienti per scorgere i valori ma soprattutto i dettagli che rendono aziende e persone uniche. L’unicità sta proprio nel processo di influenza attuato nel momento in cui il team rinuncia all’imposizione di uno stile predefinito o standardizzato, anteponendo le necessità specifiche e l’autenticità di chi decide di affidarsi a loro. Nel corso di oltre quindici anni di attività Officina Grafica, anziché conformarsi alle mode, è rimasta coerente con la propria visione, scelta che le permette, oggi, un’ampia schiera di lavori originali, ben diversificati e dallo spirito artigianale.

Un occhio di riguardo nei confronti del consumatore

L’etichetta, però, non è solo uno strumento d’espressione per i produttori, bensì un supporto visivo per il consumatore che vuole immaginare le sensazioni che proverà degustando il vino prima ancora di aprire la bottiglia; per questo è necessario coinvolgere direttamente e indirettamente vari sensi, non limitandosi soltanto alla vista. Infatti, benché sia fondamentale ricercare la massima coerenza tra il segno grafico e le proprietà organolettiche che caratterizzano ogni vino, bisogna compiere un passo in più, creando una connessione consumatore-etichetta duratura e completa, in modo che l’etichetta resti talmente impressa nella mente da permettere il futuro riacquisto.

L’unico modo per attuare tale connessione è il coinvolgimento della sensibilità tattile. A tal proposito Officina Grafica è al fianco dei suoi clienti anche nella fase di selezione della carta su cui verrà successivamente impressa la stampa finale. Vincenzo e Tommaso, inoltre, sono presenti e particolarmente meticolosi nella delicata fase della prima stampa. Dialogano con il macchinista e controllano che ogni dettaglio sia curato al meglio.

Cosa dicono i clienti di Officina Grafica

Negli anni la reputazione di Officina Grafica è cresciuta e ad oggi possono vantare un’ampia schiera di collaborazioni con grandi realtà, quali Antinori, Mezzacorona, Rocca delle Macìe, Caviro. La professionalità, la gentilezza e la competenza di questo intrigante atelier fiorentino sono comprovate dalle testimonianze dei clienti, gelosamente custodite sul sito web.

Officina Grafica
Via Fra’ J. Passavanti, 37
50133 Firenze (FI)
Tel: (+39) 055 553 5339
www.officinagrafica.com

Related Posts

Ultimi Articoli