Collezionisti di vino: la classifica dei grandi marchi nelle loro cantine

Le bottiglie toscane e piemontesi guidano la classifica dei collezionisti di vino. Ecco i dati di Cellar Tracker rielaborati da I Numeri del vino.

Toscana e Piemonte dominano la classifica dei collezionisti di vino. “Inumeridelvino.it” ha rielaborato i dati di Cellar Tracker prendendo in considerazione soprattutto le bottiglie dal valore di oltre 80 dollari, pari a circa 75 euro.

Collezionisti di vino e regioni italiane: la classifica

Con il 55% di etichette, la Toscana guida quindi la graduatoria delle collezioni, seguita dal Piemonte con un buon 38%. Il Veneto, attestandosi al 5%, è terzo e le altre regioni del nostro Paese si dividono il residuo 2%.

Sono toscani anche i marchi dei vini più gettonati. Antinori è al primo posto con 281mila bottiglie e Tenuta San Guido è in seconda posizione con 229mila. Chiudono il podio i Produttori del Barbaresco piemontesi con 182mila bottiglie, trainate dalle ben 62mila unità di “Barbaresco” non riserva.

Tenuta dell’Ornellaia, di nuovo dalla Toscana, raggiunge quota 180mila. La top ten continua con Gaja, Fontodi, Bruno Giacosa, Casanova di Neri, il Poggione e Giacomo Conterno. I dati sono riferiti a marzo 2023.

Le bottiglie sopra i 75 euro

Concentrandosi solo sulle etichette dagli 80 dollari in su, la classifica cambia di poco. Le prime due cantine restano le stesse e Tenuta dell’Ornellaia sale al terzo posto. Gaja e Bruno Giacosa poi si prendono la quarta e la quinta posizione, seguite da Fontodi, Giacomo Conterno, Casanova di Neri, Valdicava e Luciano Sandrone.

Antinori è la cantina che rappresenta l’Italia in top ten, risultando la settima al mondo per vini collezionati. Per il resto la graduatoria dei vini sopra i 75 euro è costellata di marchi francesi di Bordeaux e americani, probabilmente anche per via dell’ampiezza dei vigneti a disposizione.

È interessante inoltre dare uno sguardo alla lista dei vini per referenza. Con quasi 182mila e 172mila bottiglie, il Sassicaia di Tenuta San Guido e il Tignanello di Antinori sono i più collezionati, da questo punto di vista, seguite alla distanza da Ornellaia con 97mila. Completano il Brunello di Montalcino Il Poggione, il Flaccianiello della Pieve di Fontodi e i produttori di Barbaresco.

I Numeri del vino e Cellar Tracker

Inumeridelvino.it” offre statistiche produttive, dati di mercato e di consumo, oltre ai risultati economici dei principali operatori. Tra le ultime elaborazioni più interessanti ci sono ad esempio quelle che riguardano Treasury Wine Estates. Quotata in borsa e nota anche per i vini di Snoop Dogg, la compagnia australiana consolida le vendite in America e cresce in Asia. In Svizzera, poi, le importazioni continuano a crescere in un mercato in gran parte diviso tra Italia e Francia.

Cellar Tracker è una delle 5 Wine App consigliate da I Grandi Vini. Monitora le bottiglie dei suoi utenti, che possono aggiornare il numero di etichette della propria cantina e il loro prezzo.

Così sulla piattaforma ci sono 85 milioni di bottiglie. 33 milioni sono americane, 28 francesi, 10 di altri Paesi e 10 italiane, di cui 5 fanno parte dei primi 130 marchi del vino nostrano. Rispetto al totale, hanno un valore superiore a 80 dollari 28 milioni di bottiglie, di cui 13 milioni sono francesi, 12 americane e 2,6 italiane.

Related Posts

Ultimi Articoli