“Cibo vero e benessere”, la prima edizione a Manciano

In programma dal 24 al 26 giugno nel parco termale Terme di Saturnia.

cibo_benessere_terme_saturniaIl comune di Manciano gode di vasta popolarità grazie alle rinomate terme di Saturnia, note al pubblico per le proprietà benefiche e curative delle loro acque. Le sorgenti sulfuree sgorgano ad una temperatura di 37 gradi  e possiedono molteplici qualità terapeutiche. Le più importanti sono le cascate del Mulino, quelle invece più lussuose sono situate all’interno dello stabilimento Parco termale di terme di Saturnia Spa & Resort.

Proprio qui, data la filosofia salutare della zona votata al benessere e alla cura del corpo, si svolgerà quest’anno la prima edizione di “Cibo vero e benessere”, evento realizzato e sponsorizzato in collaborazione con Condotta Slow Food Pitigliano e Colli Maremma, l’associazione La Piazzoletta di Semproniano, il Comune di Manciano e la Banca di credito cooperativo di Saturnia e Costa d’Argento. L’evento è in programma da venerdì 24 a domenica 26 giugno.

Un intero weekend all’insegna della condivisione di valori come Buono, Pulito e Giusto, che con l’associazione Slow Food vuole rappresentare una nuova qualità di vita. In particolare tutti i prodotti enogastronomici e gli stand presenti durante l’evento avranno lo scopo di mostrare quali peculiarità e caratteristiche fondamentali dovrebbero raggiungere gli alimenti, diventando inscindibili da una garantita denominazione di “cibo qualità”.

Oltre ai presidi slow food, anche wine station e laboratori del gusto.

L’evento ospiterà inoltre convegni e varie conferenze. Venerdì le autorità saluteranno la manifestazione. Attesi il sindaco di Manciano Marco Galli e il direttore generale delle Terme di Saturnia Spa & Golf Resort Licinio Garavaglia. Sabato sarà la volta del glutine, con dibattiti su La Patologia del glutine: celiachia, allergia e ipersensibilità.

2682185271_ebd4180791_zDomenica la festa enogastronomica si concluderà con la presentazione del Ciaffagnone, tipico prodotto locale, e del Presidio del pecorino al latte crudo della Maremma, seguito dalla tavola rotonda dove si affronterà il tema de: “La Biodiversità Zootecnica Autoctona a rischio d’estinzione del Bioterritorio Amiatino-Maremmano e le relative produzioni storiche”; Allevamento e Conservazione: Problemi e Prospettive.

Related Posts

Ultimi Articoli