California: gli incendi devastano la regione del vino

Gli incendi in California mettono in ginocchio Napa e Sonoma. Il governatore Gavin Newsom dichiara lo stato di emergenza

In California, cantine e vigneti in fumo nella regione del vino. Da domenica scorsa, giorno in cui l’incendio ha iniziato a divampare, il Glass Fire è triplicato in proporzioni mettendo in ginocchio le regioni di Napa Valley e Sonoma County, due tra le più importanti aree di produzione del vino californiano.

Un implacabile inferno di fuoco che ha divorato, nel fine settimana, oltre mille ettari di terreno.  Il rogo Glass Fire ha avvolto nelle fiamme vigneti, cantine e strutture distruggendo integralmente alcune tra le aziende vitivinicole più famose della rinomata regione: Chateau Boswell, Black Rock Inn e Meadowood Resort.

Il governatore della California, Gavin Newsom, ha dichiarato lo stato di emergenza in una regione che, già duramente colpita dagli incendi, è punto di riferimento per la vitivinicoltura degli Stati Uniti.

La Napa Valley rappresenta l’area vinicola più famosa della California posizionata a circa 90 chilometri a nord-est di San Francisco: le favorevoli condizioni ambientali sostengono una larghissima produzione di Cabernet Sauvignon, Chardonnay Sauvignon Blanc. A sinistra della Napa Valley si trova la Sonoma County: la sua vicinanza alla costa dell’oceano Pacifico ne rende il clima piuttosto diverso da quello della Napa Valley e l’alternanza di nebbia e di sole, di giornate calde e notti fresche, influisce sui vini che qui si producono. A Sonoma si coltivano tutte le varietà di uve diffuse in California ma la fama della zona deriva soprattutto dai vini bianchi prodotti con Chardonnay e dai rossi prodotti con Cabernet Sauvignon e Pinot Nero.

Related Posts

Ultimi Articoli