Birra del Borgo al Wave Market

21 e 22 ottobre cibo e artigianato per una cultura sostenibile

 

Wave Market ha preso vita come festival itinerante a Serra Madre, azienda agricola nei pressi di Roma con l’idea di organizzare un evento nuovo, che mette insieme tante dimensioni, idee e persone.

Persone che costruiscono oggetti, che compongono canzoni, che preparano qualcosa di buono, che danno vita a forme d’arte mettendosi in gioco con passione. Sullo sfondo il racconto delle loro storie, l’esaltazione delle tecniche e dei materiali che hanno reso il prodotto grezzo qualcosa di compiuto, unico. Valorizzare talenti e incoraggiare i giovani a diventare imprenditori di sé stessi, a coltivare passioni e ambizioni, sono gli obiettivi di Wave Market, gli stessi che hanno fatto la storia di Birra del Borgo. Il suo fondatore, Leonardo Di Vincenzo, ha infatti trasformato una passione in lavoro, reinventandosi ogni giorno e mettendosi alla prova, coraggiosamente. Il birrificio Birra del Borgo si è profondamente riconosciuto nei valori veicolati da Wave Market, nel progetto, e ha deciso di prendervi parte.

Sabato 21 e domenica 22 ottobre, dalle 10 alle 21,  ci sarà con le sue  birre, tra artisti, buon cibo, ottima musica, attività creative dedicate ai bambini ispirate alla ceramica, all’archeologia e al giardinaggio in una cornice solidale, accogliente ed ecosostenibile. L’area gastronomica ospiterà cinque food truck che serviranno gnocchi, pesce fritto, polpette, insalate, ciambelle e gelato, accanto a produttori di miele, formaggi vegetali, biscotti e tartufi. Dalla selezione degli artigiani alla scelta dei cibi e delle bevande, fino agli allestimenti fatti con materiali di riciclo, tutto viene infatti pensato nel rispetto del sistema in cui è inserito.

Wave Market è produzione equa, divertimento sano e formazione solidale. Partendo dall’artigianato, cuore pulsante della manifestazione, il format dell’evento si è esteso ad altre categorie arrivando ad includere realtà legate al mondo delle illustrazioni, dell’editoria e del recupero vintage. Gli espositori, circa 70 selezionati da tutta Italia, incarnano l’arte nel senso più rivoluzionario del termine, come continuità tra tradizione e innovazione sostenibile. Passeggiando all’interno del Market i visitatori avranno modo di conoscere le storie dei vari artisti, imparare qualcosa in più sui processi di lavorazione che si celano dietro ogni creazione e, soprattutto, sostenere il made in Italy.

Il Wave Market è anche formazione solidale attraverso workshop che sono un’occasione per imparare, mettersi in gioco e liberare la propria creatività. Si tratta di attività manuali alla portata di tutti, organizzate da tutor qualificati e rivolti a chiunque abbia voglia di esplorare e scoprire modi alternativi di esprimere le proprie capacità e dar vita alla propria immaginazione.

www.wave-market.com

Related Posts

Ultimi Articoli