Best Sommelier of the World 2023 ritorna in scena a Parigi in febbraio

Nel febbraio 2023, la Francia ospiterà a Parigi il prestigioso concorso Best Sommelier of the World.

Per il 2023 l’ASI (Association de la Sommellerie Internationale) organizza un concorso mondiale e assegna il titolo di Best Sommelier of the World.

Questo evento è orchestrato con l’associazione dei sommelier del paese ospitante, per questa edizione con l’UDSF (Union de la Sommellerie Française) presieduta da Philippe Faure-Brac, lui stesso Miglior Sommelier del Mondo 1992. L’UDSF è anche membro fondatore dell’Associazione de la Sommellerie Internationale (ASI) dal 1969.

wine tasting

Come funziona il contest del Miglior Sommelier del Mondo?

Il concorso si svolgerà presso l’ Hotel Pullman Montparnasse di Parigi dal 7 al 12 febbraio 2023. Tuttavia, il gran finale si terrà alla Défense Arena . Si prevede un pubblico di circa 3500 persone.

Il programma del concorso, della durata di una settimana, è composto da tre concorsi, tra cui questionari teorici e prove di degustazione alla cieca. I quarti di finale, mercoledì e giovedì 8-9 febbraio, poi la semifinale venerdì 10 febbraio e infine la finale domenica 12 febbraio. La partecipazione alla finale è aperta a professionisti del vino, intenditori e semplici curiosi.

Tra una competizione e l’altra, sommelier e giornalisti prenderanno parte a diverse master class su temi organizzati dai vigneti partner. I vigneti del Beaujolais presenteranno, tra gli altri argomenti, i suoi molteplici terroir e l’impatto di questi ultimi sui profili dei vini.

degustazione vino rosso

L’obiettivo del concorso.

“L’evento avrà un triplice impatto”, come ha spiegato il presidente dell’UDSF Philippe Faure-Brac: ” Mostrerà la Francia, fai risplendere Parigi e promuovi la nostra industria della ristorazione, la sommellerie, i vigneti e i viticoltori, nella vita reale, ovviamente, ma anche online”. Durante il Best Sommelier of the World, l’Union de la Sommellerie Française ha preparato per le delegazioni e gli ospiti una vera e propria esperienza immersiva nella cultura del buon vino e della tavola francese. In effetti, la gastronomia francese è registrata come parte del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO dal 2010 così come molti altri paesi, UDSF mostrerà il meglio di sé per il prossimo BSW e proporrà una vera esperienza culinaria. Un grande obiettivo per l’evento francese del 2023, che senza dubbio lascerà un segno indelebile nella storia internazionale del vino!

degustazione sommelier

La Francia e la produzione di vino.

Con la Francia che è il secondo produttore di vino al mondo (secondo i dati OIV per il 2021), c’è una vasta gamma di stili di vino da assaporare. Al Best Sommelier of the World, i partner dell’evento presenteranno una pletora di vini francesi e internazionali.

Il progetto dell’Union de la Sommellerie Française di partecipare alla promozione della gastronomia francese nel mondo fa parte di questa ambizione e filosofia di eccellenza. In questo senso, il supporto fornito da partner prestigiosi dimostra l’interesse dell’intero settore per questo evento unico.

Inoltre per quanto riguarda invece la produzione pregiata di vino francese, Liv-Ex 1000 ha notato che i best performer dell’anno rimangano le zone della Borgogna e dello Champagne. Entrambe le categorie hanno segnato il loro massimo annuale alla chiusura del mese di ottobre, ma lo storno nell’ultimo bimestre è stato contenuto per Borgogna, che ha visto una performance annuale del 26,7%, poco sotto al massimo a 28,5%, molto più marcata invece per lo Champagne. L’indice Champagne 50 infatti era arrivato al +24,8%, salvo poi ritracciare e chiudere a +18,7%.

Related Posts

Ultimi Articoli