20|25 agosto, International Fair of Agriculture and Food, Slovenia

Le ultime novità per quanto riguarda macchinari e sistemi produttivi all’avanguardia e una vasta gamma di nuovi servizi per tutta la filiera agroalimentare.

Si aprono le porte dell’International Fair of Agriculture and Food, che giunge quest’anno alla sua 54esima edizione. L’evento si svolgerà dal 20 al 25 agosto nella cittadina di Gornja Radgona, in Slovenia, al confine con Croazia, Austria e Ungheria. Quest’ultima sarà quest’anno la nazione partner, con una ricca varietà di prodotti della propria tradizione enogastronomica.

Da oltre mezzo secolo la manifestazione si impegna a promuovere un’idea di agricoltura amica dell’ambiente, attraverso una produzione ecosostenibile, improntata alla salvaguardia del paMeet4Business-Agra-2016-700x300pxtrimonio ambientale e delle risorse idriche, per poter restituire infine al consumatore un prodotto sano e di qualità. Tutto questo attraverso una stretta collaborazione tra autorità e produttori, per comprendere meglio ed affrontare sia le sfide che il mercato globale rivolge al settore agroalimentare, sia i numerosi cambiamenti climatici e la crescente domanda di cibo al livello mondiale.
Saranno infatti presenti i massimi rappresentati delle istituzioni locali ed internazionali, e un team qualificato di esperti, per presentare a produttori e fornitori le ultime novità per quanto riguarda macchinari e sistemi produttivi all’avanguardia, sempre più efficienti e environment-friendly, insieme ad una vasta gamma di nuovi servizi per tutta la filiera agroalimentare, dal packaging fino alla logistica. Per dimostrare i risultati di determinate pratiche produttive, verranno organizzati numerosi stand nei quali sarà possibili degustare specialità della produzione agricola e vitivinicola, locale ed internazionale, ottenuti con metodi totalmente green.
Non mancheranno anche numerosi tavoagrali istituzionali di confronto, nei quali poter stringere accordi commerciali sia con le autorità dei vari paesi presenti, sia con fornitori ed altri produttori, per creare nuove partnership o rafforzare quelle già esistenti. Infine si cecherà di puntare molto sui giovani agricoltori, attraverso programmi di sostegno diretti all’impresa, con finanziamenti sia al livello nazionale che globale.

Per chi volesse avere informazioni più dettagliate sul programma, si consiglia di visitare il sito.

Related Posts

Ultimi Articoli