More

    Nasce COER: Consorzio Olio Extravergine di Oliva Emilia-Romagna

    Vino senza solfiti, ma esiste davvero? Le risposte dell’enologo

    Se ne sente parlare sempre più spesso e ha catturato l'attenzione di un numero crescente di produttori, enologi ed esperti del settore. Stiamo parlando del vino senza solfiti.

    Industria 4.0 e vino, come beneficiare del Credito d’Imposta

    ERInformatica presenta il suo pacchetto “chiavi in mano” pensato appositamente per il mondo del vino, per virare verso un’industria 4.0 beneficiando del 50% in credito d’imposta.

    Vino Chianti, che successo: è boom di vendite da inizio 2021

    Il successo del Vino Chianti non si ferma, neanche in questo momento ancora - purtroppo - difficile causa pandemia

    Gin Tonic Day 2021

    Il 9 aprile è il Gin Tonic Day, ecco qualche consiglio per festeggiarlo al meglio!

    Gelate a Montalcino: si accendono i falò

    Come in Borgogna anche a Montalcino si accendono i falò per contrastare le gelate fuori stagione Il freddo è arrivato decisamente fuori stagione; dopo un...

    Costituito il 9 febbraio 2021, il Consorzio COER si pone ferrei obbiettivi: ” Tutelare il territorio e la sua cultura”

    Produrre Olio Extra Vergine, richiede un impegno, una passione, una dedizione e un rigore tecnico inevitabili. COER nasce con l’obiettivo di supportare e sostenere gli olivicoltori frantoiani nel loro impegno, finalizzato alla creazione di un prodotto che preservi e valorizzi il territorio dove nasce.

    “In un momento così particolare, fortemente condizionato dall’emergenza epidemiologica, abbiamo voluto dar vita e trasformare in impresa, un’idea, una voglia, ma soprattutto una necessità, da tempo manifestata dai alcuni produttori, per meglio tutelare e valorizzare l’Olio Extravergine di Oliva, il territorio e la cultura dell’Emilia-Romagna” ha commentato Julia Prestia, primo Presidente del neonato Consorzio COER.

    Cultura, territorio e turismo

    Tra gli obiettivi del neo Consorzio Coer anche quello di incentivare la visita ai luoghi di produzione, agli uliveti, ai frantoi, nonché alle esposizioni e ai musei dedicati all’Olio Extravergine di Oliva. Le iniziative saranno di carattere didattico, culturale e ricreativo. Tra di questi i servizi di degustazione e commercializzazione delle produzioni olivicole con lo scopo di conservare, difendere e salvaguardare la biodiversità del territorio Emiliano-Romagnolo. Un attenzione particolare in questo frangente va data all’ Oleoturismo come mezzo di valorizzazione turistica dell’olio extravergine di oliva come già anticipato in Oleoturismo: alleanza tra Citta dell’Olio e Unaprol.

    Consorzio COER

    Al riguardo Antonietta Mazzeo , Direttore Generale del Consorzio COER ha commentato: “Qualità, Sostenibilità, Formazione, Promozione e Comunicazione, ma anche un’attenzione particolare all’Oleoturismo che aprendo le porte ad un turismo innovativo, rappresenta una nuova invitante possibilità per gli attori della filiera olivolicola dell’Emilia-Romagna, la visita nell’azienda olivicolo-olearia o nel frantoio, può rappresentare il punto di partenza di un appassionante ed innovativo percorso alla scoperta del territorio dove nasce un olio di oliva, momenti appassionanti e suggestivi per visitatori, che oggi, più che mai, sono alla ricerca di esperienze uniche e autentiche”.

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    Buona Pasqua da La Serena, un brindisi alla primavera con i vini della cantina

    Dal Brunello al Rosso di Montalcino, alla Cantina La Serena la Pasqua ha il profumo del buon vino. In attesa della bella stagione. La Pasqua coincide, quest'anno, con i primi...

    Laimburg, vini che invecchiano nella roccia

    La cantina scavata nella roccia porfirica è uno dei fiori all'occhiello di Laimburg, dove vengono conservati e affinati alcuni dei suoi vini. Qui si svolgono anche degustazioni ed eventi istituzionali

    Dl Sostegno: chi ne beneficierà e quali sono i parametri per fare domanda

    Dall'8 Aprile arrivano i fondi del Dl Sostegno Cambiano i parametri di assegnazione nel Dl Sostegno, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22 Marzo: punto chiave...