Vini pregiati italiani: quali sono i più apprezzati?

Sostenibilità al centro dell’attenzione nel mondo del vino: nasce Sustainable Wine Roundtable

Si chiama Sustainable Wine Roundtable (SWR) ed è una coalizione unica composta da oltre 40 membri tra grandi e piccoli produttori, distributori, rivenditori, organizzazioni ambientaliste e...

Vinòforum 2021

Roma, il successo di Vinòforum 2021 ed il week end di chiusura in grande stile Fine settimana conclusivo della rassegna Vinòforum 2021 che ha risportato...

Come nascono le bollicine? Differenze tra metodo classico e metodo charmat

Se vi è mai capitato di visitare una cantina che produce Prosecco e un'altra, che, ad esempio, si trova in Franciacorta, vi sarete sicuramente...

Cosmofood: torna a novembre l’ottava edizione

Italian Exhibition Group ha annunciato che dal 6 al 10 novembre si terrà il Cosmofood. La fiera di riferimento per il Food&Beverage del Triveneto avrà luogo a Vicenza.

E Bike Tour nel Montecucco: due giorni tra aziende agricole, boschi e vigneti

Influencer e giornalisti sono accorsi per l'e bike tour nel Montecucco La scorsa settimana il Consorzio del Montecucco ha organizzato una due giorni di tour...

Bianchi, rossi e rosè: tutti i vini pregiati da nord a sud.

Come ben sappiamo l’Italia vanta di essere uno dei maggiori produttori di vino di fama mondiale, un alto livello contraddistinto da marchi DOC e DOCG. Ma non è tanto la denominazione a fare la differenza. Il fruitore è infatti diventato un wine lovers, in grado di riconoscere l’eccellenza delle produzioni vinicole italiane, sparse per tutto il nostro territorio.

Il vigneto, l’annata di vendemmia, la fama della cantina e la difficile reperibilità sul mercato sono le caratteristiche che contraddistinguono questi vini prestigiosi capaci, in fase di degustazione, di regalare sensazioni organolettiche uniche ed inarrivabili.

I vini pregiati sono quei vini che vengono prodotti con attenzioni particolari da parte dei produttori ancor prima che l’uva raggiunga la cantina, molto spesso provengono da vigne con molti anni di età con basse rese che favoriscono una migliore qualità dei grappoli che vengono poi nuovamente selezionati per vinificare solo i migliori.

I processi di vinificazione sono solitamente più lunghi rispetto agli altri vini e le cantine più famose spesso scelgono di non produrre in caso di un’annata non all’altezza delle aspettative, i grandi vini pregiati italiani vengono prodotti solo nelle migliori annate. Ma quali sono i vini pregiati italiani più conosciuti e apprezzati nel mondo?

Vino Rosso

I grandi rossi Italiani: dal Nebbiolo al Sangiovese.

Tra le zone di produzione di vini pregiati troviamo Le Langhe in Piemonte con le più note denominazioni basate sul vitigno Nebbiolo, Barolo su tutte. il Barolo infatti è famoso in tutto il Vecchio Continente per essere stato per anni uno dei vini più apprezzati dai nobili, nonostante una produzione tutto sommato breve. 

Non potevamo non citare la Toscana, la regione che ha visto nascere il Chianti e il Brunello di Montalcino, due dei vini più famosi al mondo. In questa regione ricordiamo anche il Tignarello e il bianco Vernaccia di San Gimignano. Pensate che ogni anno in toscana vengono prodotti circa 1,5 milioni di ettolitri di vino DOC e DOCG.

Spostandoci verso nord est tappa obbligatoria in Veneto, soprattutto nella zona ovest della regione troviamo la prima zona di eccellenza, la Valpolicella. Caratterizzata dalla coltivazione di vitigni autoctoni a bacca nera che danno vita all’Amarone.

Vini bianchi pregiati: non solo bollicine.

Per gli appassionati dei vini pregiati troviamo anche chi preferisce la bacca bianca. I più celebri dall’Italia nel mondo, sono ovviamente prima di tutto gli spumanti come il Franciacorta, poi il Verdicchio e il vino bianco Cinque Terre. Spesso citato come uno dei più grandi bianchi italiani, c’è anche il Venezia Giulia Bianco IGT JermannVintage Tunina. Al Sud spiccano le bottiglie dei vini pregiati italiani come il Greco di Tufo di Avellino (in particolare il Vigna Cicogna di Benito Ferrara) e alcune produzioni di Falanghina della Campania.

Bicchieri di vino

No bianco no rosso, allora Rosè!

I rosati ultimamente stanno guadagnando terreno tra gli intenditori di tutto il mondo. Tra rosé, passiti e spumanti ci sono sicuramente diverse produzioni del centro-sud in particolare. Il Malvasia di Casorzo, è un esempio di vino rosato che spicca anche come passito e può risultare frizzante nella versione bollicine. Il Cilento Rosato, sempre da una tradizione del sud, rappresenta uno dei vini rosati più pregiati in Italia.

I più prestigiosi secondo Wine Searcher.

Wine Searcher è un autorevole motore di ricerca britannico di vini. Interrogando circa 50mila negozi al mondo con oltre 5 milioni di offerte di vini, da una media ponderata di queste offerte, su bottiglie standard da 750ml, ha stipato la classifica dei primi 20 vini più costosi d’Italia.

Al primo posto tra i più prestigiosi troviamo l’Amarone della della Valpolicella di Giuseppe Quintarelli, Classico Riserva DOCG (Veneto), con un prezzo medio in dollari di 754. Lo segue a ruota il Tenuta dell’Ornellaia Masseto Toscana IGT, con 741 dollari, e terzo il Barolo Riserva DOCG di Giacomo Conterno Monfortino, a 678 dollari.

C’è da dire che: tutte le regioni italiane vantano produzioni vinicole degne di nota, con punte di eccellenza. Si pensi al Trentino Alto Adige, al Friuli Venezia Giulia e alla Lombardia al nord, o alla Campania, alla Puglia, alla Sicilia e alla Sardegna al centro sud, con estese zone di grandissima tradizione vitivinicola.

Related Posts

Ultimi Articoli

Punta sulla qualità del servizio del vino a bicchiere con Winebar 8.0

Per chi lavora in enoteca o nel settore Horeca, mantenere alta la qualità del servizio del vino a bicchiere è fondamentale: Eurocave presenta Winebar 8.0.

47 Anno Domini: il Prosecco Rosè Doc perfetto per il buon pesce affumicato

Lo spumante rosato della cantina trevigiana si distingue per profumi, abbinamenti e packaging Sono bollicine sorprendenti quelle del Prosecco Rosé Doc Spumante Bio Vegan di...

La sfida di Ondulkart passa per la sostenibilità!

Ondulkart sa che quando si tratta di wine packaging non è più soltanto una questione di design. Ma per stare al passo con i tempi è necessario adottare una filosofia “eco-sostenibile”.