VINI PREGIATI, 2017 CHIUSO CON IL BOTTO

Anteprima Merano WineFestival: al via con Naturae et Purae il 18-20 giugno

Tutto pronto per l’Anteprima Merano WineFestival: le richieste di accredito saranno fatte online Dopo lo stop dettato dalla pandemia e la versione digital del MWF...

Cresce la produzione bio nelle cantine cooperative, il 61% è Green

Cresce la produzione biologica nel mondo vitivinicolo cooperativo: da un'indagine realizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari su un campione rappresentativo delle proprie associate.

Come sta l’export del vino italiano dopo oltre un anno di pandemia?

La ripresa c'è e si vede, con i dati relativi all'export vino italiano che disegnano una curva verso l'alto. A dirlo, è l'analisi di Ismea e Unione italiana vini (Uiv), che hanno elaborato i dati Istat relativi alle esportazioni di vino nel primo trimestre del 2021

Agricoltura 5.0: Ismea mette in vendita 16mila ettari di terreno. Ecco i dettagli per fare richiesta

624 aziende agricole potenziali per un totale di 16mila ettari di terreno al fine di rendere operative le misure per realizzare un'agricoltura 5.0 Dopo il...

Montefalco Sagrantino 2017 annata da tre stelle: caratteristiche e valutazione

Ieri, mercoledì 9 giugno, è stato il momento della presentazione ufficiale del Montefalco Sagrantino 2017, la valutazione dell'annata e la messa in evidenza di alcune sue caratteristiche.

Italia terza sul mercato mondiale.


Un anno da incorniciare il 2017 per l’Italia nella categoria dei fine wine. Lo attesta il benchmark del mercato secondario, il londinese Liv-Ex: è stata la terza regione più attiva nel commercio mondiale con la presenza di vini toscani nella top 10. Sassicaia (29%), seguito dal Brunello di Montalcino di Altesino (8,1%) e Solaia (6%) in pole position. Un anno di svolta del vino italiano di qualità nel mercato sempre più fiorente dei vini di lusso e da investimento come dimostrano anche i risultati delle aste.

Nel corso del 2017, non solo la quota di mercato in valore dei vini italiani è in crescita (6,2% del totale, contro il 6,1% del 2016), ma nel corso del mese di novembre è arrivata al 10,8% del valore complessivo, con un incremento del 3,1% rispetto a ottobre. La regione vincitrice è la Toscana. I grandi del Granducato enoico contribuiscono per non meno dell’85% al valore totale degli scambi di etichette italiane sul mercato secondario, con il Piemonte che non arriva al 12%, ed i “magnifici dieci” toscani che assorbono, da soli, il 67,4% dell’intera quota di mercato italiana in valore.


Al comando c’è il Sassicaia, con un’impressionante 29% dei passaggi di mano totali di vini italiani ed un incremento sul 2016 dell’indice dedicato al principe dei Supertuscan pari all’8,2%. Medaglia d’argento, con una quota di mercato in valore dell’8,1%, per, il Brunello di Montalcino di Altesino, che arriva a staccare di oltre due punti il Solaia (6%) e di quasi tre il Masseto (5,2%). Poi, in quinta posizione, il 3,9% del Brunello di Montalcino Riserva Biondi Santi-Tenuta Greppo, ad un passo dall’Ornellaia e dal Guidalberto di Tenuta San Guido (3,8% per entrambi) e ben sopra il Tignanello (3%). A chiudere la top 10, infine, ancora Montalcino, con il Brunello di Argiano (2,5%) e quello di Valdicava (2,1%). La performance del Sassicaia nel 2017 è dovuta d un focalizzarsi degli investitori sulle annate 2014 e 2013 del grande di Bolgheri.

Related Posts

Ultimi Articoli

Enoturismo: nel cuore di Montalcino la Cantina Talenti

Un viaggio alla scoperta dell’autentica atmosfera della campagna senese in compagnia di una selezione degli eccellenti vini Talenti La Cantina Talenti sorge nel cuore di...

B.E.V.I.: su Sky Arte il vino diventa arte

Sky Arte lancia B.E.V.I., una serie televisiva dedicata al mondo del vino Sui canali 120 e 400 di Sky (Sky Arte) va in onda B.E.V.I.: prodotta...

Le misure per il rilancio del settore vino: export, fiscalità e cultura del bere

È andato in scena negli scorsi giorni l'evento pubblico di Federvini in cui si è discusso, tra l'altro anche delle misure necessarie per il rilancio del settore vino e le sfide che lo attendono nei prossimi anni.