Vini più venduti al mondo? L’Italia è al terzo posto

I vini premiati a Sud Top Wine

Cerimonia conclusiva della terza edizione di Sud Top Wine che ripone il drappo con soddisfazione per il bel lavoro svolto nel panorama enoico del...

Tutti i Trend Food and Beverage del 2021

Drink senz'alcol, sostenibilità, soluzioni smart e costumization ecco tutti i trend del settore spirits e food del 2021.

Studio Tiendeo: Quali vini preferiscono gli italiani?

Secondo un studio condotto da Tiendeo.it, gli italiani preferiscono bere vino rosso e i consumatori predisposti a comprare online provengono dalla Lombardia.

Irriverenti, istruttivi e divertenti: i podcast sul vino spopolano anche in Italia

Si chiama IVV Wine Show il podcast sul vino di Tommaso Cattivelli e Lorenzo Gualandri: 45 puntate in cui sentirete parlare di vino in...

Studio “In a Bottle”: anche gli italiani sbagliano a tavola

In occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione, In a Bottle ha condotto uno studio su circa 1.400 italiani per verificare gli errori che si commettono in ambito alimentare.

Quali sono i vini più venduti al mondo: stabile l’Italia, che mantiene la sua posizione sul podio

Tra i vini più venduti al mondo ci sono quelli italiani: terzo posto per il belpaese, che si mantiene stabile nella sua posizione per la vendita dei fine wine. Questo stando ad un’analisi di Liv-Ex, la piattaforma di riferimento del mercato secondario dei grandi vini di lusso che conferma che, se anche in questo mese si manterrà lo stesso trend, i fine wine saranno cresciuti per 12 mesi di fila.

Il primo posto va a Bordeaux, che detiene il 40,5% delle quote di mercato.

Il secondo posto va alla Borgogna, che invece ha quote di mercato pari al 20,4%. L’Italia si assesta sul 16%.

Quali sono i vini italiani più venduti al mondo?

Storicamente, la voce più importante riguarda i vini rossi della Toscana, che rappresentano una bella fetta delle bottiglie scambiate sul mercato: Sassicaia, Ornellaia, Masseto, Tignanello, Solaia, Case Basse Soldera, Biondi Santi rappresentano le bottiglie che più pesano nell’analisi.

Nel 2010, la quota della Toscana ha raggiunto l’apice del 95%, mentre oggi, da inizio anno, è arrivata al 58% da inizio anno.

Secondo alla Toscana il Piemonte: nonostante i volumi della prima regione non vengano nemmeno sfiorati, il Piemonte raggiunge cifre interessanti.

A raccontare l’exploit piemontese è il fatto che la Regione vale il 39% della quota dei vini italiani scambiati sul Liv-ex.

Complice il Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno, diventato uno dei vini più ricercati da collezionisti e appassionati.

Dopo Toscana e Piemonte arrivano Veneto, Abruzzo, Umbria, Puglia, Sicilia e Campania.

Chi beve vini di lusso?

Se in passato il mondo dei vini di lusso era rivolto soprattutto agli uomini over 60, dall’alto reddito e protagonisti per competenza, spesa e consumi, ad oggi gli schemi sono diversi.

Gli ultimi dati relativi ad una rilevazione di Wine Intelligence che riguarda 5 grandi paesi mondiali (Stati Uniti, Gran Bretagna, Brasile, Corea del Sud e Cina) vedono le donne sono in testa per consumi di vini di fascia premium, quelli che superano i 15 euro.

Ecco le percentuali esatte:

  • 59% in Cina
  • 54% in USA 
  • 52% in Corea del Sud
  • Regno Unito 
  • 42% in Brasile.

Related Posts

Ultimi Articoli

Incisioni scatole e cofanetti vino personalizzate: le idee per la tua cantina

Fusi&Fusi è al tuo fianco per aiutarti a realizzare incisioni su scatole vino personalizzate preziose e originali per i tuoi vini

Il Prosecco DOC verso la sostenibilità di filiera

Protocolli per la gestione delle operazioni colturali, messa a dimora di nuove siepi e analisi pedoclimatica del territorio: sono alcuni dei progetti in ottica sostenibilità del Consorzio Prosecco DOC, che traccia la strada del futuro per il vino italiano.

7 fasi in cui usare un generatore d’azoto in cantina

Spesso, le aziende vitivinicole hanno bisogno di usare un generatore di azoto in cantina per prevenire l’ossidazione del vino. Ecco quali sono le fasi che ne richiedono la presenza.